Siena-Sampdoria: 3 punti d’oro all’ex Iachini grazie a Bogdani

Basta un gol di Bogdani a regalare i tre punti al Siena, che vince ma resta ultimo in classifica. Partita estremamente noiosa: il primo tempo scorre via lento e inesorabile senza che vi sia molto da narrare. Entrambe le squadre sembrano più concentrate nel non perdere che nel vincere e la quantità di passaggi sbagliati da una parte e dall’altra è semplicemente incalcolabile.

Nella ripresa il match ricomincia sulla falsa riga della prima frazione di gioco fino al 60′ inoltrato, quando, nel giro di un paio di minuti, la Samp costruisce un paio di opportunità con Icardi e, al 66′, con Poli. Com’è, come non è, se sono i doriani a giocare meglio, è il Siena a segnare al 70′ con Bogdani. Da qui in poi sono più vicini i toscani a sfiorare il raddoppio che non i blucerchiati a pareggiare, anche se Soriano si mangia un gol quasi fatto al minuto 86. Lo sterile pressing finale doriano non produce risultati: a Siena, il risultato finale è 1-0.

SIENA-SAMPDORIA 1-0 (0-0)
Siena (3-4-3): Pegolo, Neto, Contini, Felipe, Angelo, Vergassola, Della Rocca, Rubin, Rosina (70′ Sestu), Reginaldo (81′ Bolzoni), Paolucci (64′ Bogdani). A disp.: Farelli, Del Grosso, Coppola, Valiani, Dellafiore, Verre, Belmonte, Paci, Mannini. All. Iachini.
Sampdoria (4-4-2): Romero, Gastaldello, Palombo, Costa, Estigarribia (77′ Savic), Poli, Krsticic, Obiang, De Silvestri (84′ Munari), Icardi, Eder (65′ Soriano). A disp.: Da Costa, Berni, Renan, Castellini, Mustafi, Munari, Tissone, Berardi, Poulsen, Rossini. All. Rossi.
Arbitro: Russo di Nola.
Marcatori: 70′ Bogdani (S)
Note: Ammoniti:  79′ Bogdani, 86′ Sestu (S).

Condividi
Laureato in Lettere, classe '88. Suona il basso, ascolta rock, scrive ed è innamorato dei contropiedi fulminanti, di Johan Cruyff, della Verità e dello humour inglese. Milanese DOC, fuma tantissimo. Email: gcrico@mondosportivo.it