Premier League, 23/a giornata: poco Arsenal contro il Chelsea, Tottenham all’ultimo con il Man Utd

Sotto la neve londinese, la 23esima giornata di Premier League ha messo in campo i due big match del turno. A Stamford Bridge un Chelsea ordinato e cinico non ha fallito l’occasione battendo l’Arsenal 2-1. Primo tempo di assoluto dominio casalingo, con i gol di MataLampard su rigore, che indirizzano la gara nel giro di un quarto d’ora. I Gunners sembrano una squadra sfilacciata e poco concreta e solo l’inadeguatezza di Torres in attacco impedisce ai Blues di aumentare il bottino. La gara cambia nella ripresa, quando Walcott accorcia le distanze per i suoi e crea i presupposti per un tentativo di rimonta degli uomini di Wenger. Rimonta che, però, non arriva e l’Arsenal resta bloccato a 34 punti al sesto posto, insieme a Liverpool e WBA. Il Chelsea, invece, sale a 45 punti e cementa il terzo posto, in attesa di qualche passo falso dalle due di Manchester.Robin van Persie Manchester United PP

Proprio il Manchester United era chiamato a replicare alla vittoria del Manchester City di ieri, contro il Fulham. I Red Devils impattano 1-1 a White Hart Lane contro il Tottenham e vedono sfumare 2 punti importanti in ottica titolo. Apre le marcature ancora una volta van Persie, praticamente al primo pallone giocabile, che incorna in rete al 25′, facendo salire il suo bottino stagionale a ben 22 reti. Il Tottenham, con l’andare della gara, riesce ad alzare il baricentro e aumentare la pressione, ma rischia moltissimo quando viene negato un possibile rigore per presunto fallo su Rooney. Si arriva nei minuti di recupero e la mischia decisiva è risolta da Clint Dempsey, per l’incredibile pareggio Spurs. Il Manchester United, dunque, sale a +5 sul City, mentre il Tottenham resta in piena corsa per il posto Champions League.

i risultati di Sabato

Domenica
Chelsea-Arsenal: 2-1 (6′ Mata (C), 16′ rig. Lampard (C), 58′ Walcott (A))
Tottenham-Manchester United: 1-1 (25′ van Persie (M), 90’+5 Dempsey (T))

Lunedì
Southampton-Everton

PER CONSULTARE LA CLASSIFICA DELLA PREMIER CLICCA QUI

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.