Nba, i risultati del 20 gennaio: Golden State continua a stupire, bene Spurs, Clippers e Grizzlies. Houston non sa più vincere

Questa volta gli 8 punti, conditi da 3 assist e 3 rimbalzi non bastano all’italiano Marco Belinelli nella sfida vinta questa notte dai Memphis Grizzlies, all’overtime, contro i Chicago Bulls 85-82. Una prestazione di squadra migliore quella di Memphis: Marc Gasol è il top scorer della gara con 19 punti seguito da Gay con 16 poi ci sono i 13 punti e 19 rimbalzi di Zibo Randolph. In casa Bulls il migliore è Jimmy Butler che si ferma a quota 19 pt. Chicago (23-16) scivola al quinto posto a Est scavalcato dai Brooklyn Nets mentre Memphis rimane stabile al quarto posto dietro Oklahoma, San Antonio e Los Angeles Clippers.

Proprio queste ultime due formazioni sono scese in campo questa notte. Partiamo dai Clippers (32-9), secondi a ovest, che vincono allo Staple 94-87 contro i Washington Wizards trascinati da un superlativo Chris Paul da 22 punti e 11 assist seguito da Blake Griffin, 17 e 11 rimbalzi. Terza piazza a ovest per San Antonio (32-11) che passa in trasferta sul campo degli Atlanta Hawks (22-18) 98-93. Mattatore del match il play Tony Parker da 23 punti e 12 assist. Atlanta che non ha potuto contare, e lo farà per il resto della stagione, su Lou Williams che nella giornata di ieri si è procurato una lesione al legamento crociato anteriore e dovrà stare fermo fino al termine della stagione.

Continua la flessione, invece, per gli Houston Rockets sconfitti anche a Minnesota dai Timberwolves 92-79. A trascinare i “lupi” ci pensa Andrei Kirilenko che mette a referto 21 punti e 11 rimbalzi. I Rockets scivolano al nono posto in classifica nella Western Conference (21-21) ma braccano costantemente Portland giunto alla sua quinta sconfitta consecutiva. I Blazers perdono in casa la sfida contro i Milwaukee Bucks (21-18) 110-104 dove restano sontuose le prestazioni di Brendon Jennins ed Ersan Ilyasova rispettivamente autori di 30 e 27 punti, per il turco ci sono anche 14 rimbalzi. Terzo successo di fila anche per gli Utah Jazz (22-19) che in casa superano i Cleveland Cavaliers con una migliore prestazione di squadra, stesso discorso per i Sacramento Kings che vanno a vincere in casa dei Charlotte Bobcats 97-93 conquistando la sedicesima vittoria in stagione.

Infine, menzione particolare per i Golden State Warriors che passano a New Orleans 116-112 e con un fatturato di 24 vittorie e 15 sconfitte raggiungono il quinto posto in classifica a Ovest. Per i Warriors si scatena Jarret Jack con 25 punti e 11 assist seguito da Stephen Curry (20 pt e 7 assist) ma ci sono anche i 29 punti di Klay Thompson (5/7 da tre). Il tutto in attesa del centro Andrew Bogut che ha preso parte all’ultima sessione di tiri, ha viaggiato tre volte di fila con la squadra e potrebbe essere aggregato nel giro di pochi giorni.

NBA – I risultati del 20 gennaio

Atlanta Hawks-San Antonio Spurs 93-98
Charlotte Bobcats-Sacramento Kings 93-97
Chicago Bulls-Memphis Grizzlies 82-85 dts
Minnesota Timberwolves-Houston Rockets 92-79
New Orleans Hornets-Golden State Warriors 112-116
Utah Jazz-Cleveland Cavaliers 109-98
Portland Trailblazers-Milwaukee Bucks 104-110
Los Angeles Clippers-Washington Wizards 94-87
Ore 19 Toronto Raptors-Los Angeles Lakers

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it