Palermo-Lazio, le pagelle: Floccari più di un vice Klose

Lazio padrona nel primo tempo, Palermo corsaro nella ripresa, e bravo a sfruttare due lapsus inusuali per la squadra di Petkovic. Giusto il pareggio in questa partita dove a brillare sono soprattutto i centravanti: Floccari da una parte e Dybala dall’altra.

palermo logoPALERMO

Ujkani 6- Incolpevole sui gol degli avversari, gli si può rimproverare solo un’eccessiva timidezza su un paio di uscite, intuisce il rigore di Hernanes.

Von Bergen 5,5- Soffre come tutta la difesa rosanero nel primo tempo, più combattivo nella ripresa.

Aronica 5- Colpevole sul gol di Floccari nei primi minuti che mette subito la partita in salita per il Palermo, non inizia la ripresa (46′ Munoz 6- con lui la difesa rosanero è più solida) 

Garcia 5,5- Dei tre difensori di Gasperini è l’unico ad avventurarsi in avanti, ma è lui a stendere in area Floccari e a regalare il rigore agli avversari.

Morganella 5,5- Dalle sue parti il Palermo non sfonda mai, soffre sulle accelerazioni di Lulic (65′ Anselmo 5- Non lascia il segno sulla gara).

Arevalo Rios 6- Nel primo tempo sembra impotente dinnanzi al possesso palla dei laziali. Nella ripresa gioca meglio in posizione più avanzata, e su inserimento segna il gol del pareggio che gli vale la sufficienza.

Kurtic 5,5- Come il collega di reparto Rios nei primi 45 minuti non vede palla e può solo rincorrere Mauri ed Hernanes. Nella ripresa ci mette grinta e fisico.

Dossena 6,5- Probabilmente il migliore dei suoi nel primo tempo, quando dai suoi cross da sinistra arrivano grossomodo le uniche occasioni dei padroni di casa. Nella ripresa firma l’assist per Rios.

Ilicic 6,5- Nel primo tempo non sembra in giornata, inghiottito dal folto centrocampo laziale. Cresce nella ripresa, e la sua squdra ne beneficia (79′ Malele s.v: entra nel finale, quando gli schemi sono già saltati).

Dybala 7- Dopo un primo tempo anonimo, questo ragazzino classe 1993 prende la squadra per mano. Il gol del 2 a 1 è il giusto premio per una ripresa giocata senza fermarsi mai.

Miccoli 6,5- Nel primo tempo è l’unico a impegnare Marchetti, con un potente destro al 20′. Anche quando sembra non averne più, trova spesso la giocata giusta, come l’assist di prima per il vantaggio di Dybala.

Gasperini 6,5: La formazione iniziale non è probabilmente quella più giusta, ma nella ripresa azzecca i cambi ed impone una tattica che questa volta ha premiato.

lazio logoLAZIO

Marchetti 6- Incolpevole sui gol avversari, impegnato solo al 20′ del primo tempo sul destro di Miccoli.

Cavanda 6- Con Dossena da vita a uno dei duelli più interessanti del match, senza però rinunciare a scendere lungo tutto l’out di destra.

Biava 6- Soffre la velocità di Dybala, ma nel complesso non sfigura.

Ciani 6- La sua gara riflette l’andamento della squadra: autoritario nel primo tempo, qualche affanno nella ripresa.

Radu 6- Copre l’out di sinistra della difesa della Lazio, dove il Palermo non sfonda mai, da dividere con i colleghi di reparto le colpe sul gol di Dybala (73′ Candreva 5- entra quando la Lazio è sotto, per aggiungere spinta a centrocampo, ma non incide)

Mauri 6- Libero battitore a centrocampo, è spesso il primo a dare una mano a Floccari insieme ad Hernanes.

Cana 6- Interpreta dignitosamente un ruolo al confine tra difesa e centrocampo. Nel primo tempo blinda la mediana con Ledesma, cala nella ripresa.

Ledesma 6,5- Fa come al solito da schermo davanti alla difesa e da cervello della manovra laziale, cala come tutta la squadra nella ripresa. Perfetto l’assist per la zuccata di Floccari che apre le marcature. (80′ Kozak s.v- In campo per tentare la zuccata miracolosa, ma il giochino non riesce)

Hernanes 6,5- Per un giorno sembra un centrocampista quasi normale, amministra con ordine ma dispensa giocate col contagocce. Dal dischetto non sbaglia mai.

Lulic 6- Non si fa vedere molto, ma quando accelera raggiunge quasi sempre il fondo e fa mette in apprensione la retroguardia palermitana (68′ Gonzalez 5,5- Rinforza la mediana biancoceleste, ma non emerge)

Floccari 7,5- Grande partita: segna, corre, fa sempre sponda per i compagni ed è un fastidio continuo per gli avversari. La Lazio ha trovato il vice-Klose.

Petkovic 6- Azzecca la formazione iniziale, ma nella ripresa non riesce a risistemare la squadra per contrastare l’arrembaggio del Palermo.

Condividi
Nato negli anni della grande Samp, appena un anno dopo lo scudetto targato Vialli&Mancini. Laureato in Scienze politiche all'università di Genova, ama scrivere di calcio e di politica. Email: llottero@mondosportivo.it