Guidolin: “La Juventus è la squadra più forte”

Il tecnico dell’Udinese Francesco Guidolin ha parlato in conferenza stampa della gara con la Juventus: “È la squadra più forte e più completa del campionato. Ho visto la partita con la Samp: se la rigiocano altre 10 volte non finisce così , anche se i blucerchiati hanno fatto un’ottima gara. La Juve è la squadra più forte in tutto e non è un caso che sia in testa al campionato. I problemi prima o poi li hanno tutti, ma sono convinto che per noi sarà una partita difficile: puntiamo comunque a fare una grande gara. Poi sarà il campo a dire come andrà. Non penso ad un calo fisico della squadra di Conte, e anche se al posto di uno giocasse un altro non vedo problemi per loro. Io guardo in casa mia”.

Si parla di un possibile rinvio della gara a causa delle avverse condizioni atmosferiche: “Vedremo cosa succederà, ma credo che siano attrezzati per qualsiasi tipo di meteo. Lo scorso anno si è giocato ugualmente”. L’allenatore friulano si è soffermato sulla situazione di Isla che, con la maglia della Juventus, non si è ancora espresso ai livelli della scorsa stagione: “Isla non lo sento da un pezzo, ma credo che paghi ancora il lungo infortunio. Un problema al ginocchio può farsi sentire per una stagione intera. Lui può fare bene e giocare nella Juve come sta facendo Asamoah. Credo si tratti di un periodo legato all’infortunio. Poi chi è andato via è andato per lo più in grandi squadre e lì non è facile affermarsi subito. Bel gruppetto di giocatori quelli andati via!”.

L’ex tecnico di Parma e Palermo ha già in mente la ricetta per fermare la squadra di Conte: “Con il massimo della qualità possibile: il ritmo la Juve ce l’ha molto elevato, da quel punto di vista dovremo essere bravi, stare più alti possibile per non farci schiacciare nella nostra metà campo, cosa che la Juve sa fare. Dovremo fare attenzione a tutto quello che fanno, perché loro preparano tutto. Dovremo essere molto concentrati e cercare di ripartire il più spesso possibile”. Di Natale è a rischio per la gara: “Devo vedere, anche perché in questa settimana Totò non si è quasi mai allenato a causa di un virus influenzale. Domani deciderò l’11 iniziale. Ma la cosa più importante sarà ribattere il più possibile. Non sono sicuro adesso della sua disponibilità per i 90 minuti, non ha ancora recuperato tutte le energie. Domani vedremo”.

Domani Guidolin festeggia le 500 panchine e spera di ricevere un regalo dai suoi: “Martedì sera festeggerò con loro e con tutte le persone che lavorano nell’Udinese. Se non fossi venuto a Udine avrei già smesso. Con le soddisfazioni che siamo riusciti a toglierci, hanno sicuramente prolungato la mia permanenza su una panchina di calcio. Sanno che ci tengo a questa partita, e che spero di festeggiare anche nello spogliatoio domani sera”.

Condividi
Classe ’91, studia Scienze della Comunicazione a Roma Tor Vergata. Calciofilo DOC e inviato per CalcioMercato.com, ha scritto anche per il sito ufficiale del Frosinone Calcio. Email: spantano@mondosportivo.it