Napoli, Cannavaro e Grava commossi: “Finito un incubo”

“E’ una gioia immensa: sto ancora piangendo dalla commozione. E’ stato un mese terribile, un inferno”. Così Paolo Cannavaro, dopo la sentenza che li ha assolti. “E’ una liberazione, sono stato molto male, non potrò mai dimenticare cosa ho passato in questo mese. Voglio ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicino: dalla Società, per tutto ciò che ha fatto, al mister e ai compagni che mi hanno confortato tutti i giorni”.

Commosso anche Grava: “Quando ci siamo sentiti io e Paolo ci siamo messi a piangere dalla gioia – ha dichiarato – E’ la fine di un incubo, solo noi possiamo sapere quanto abbiamo sofferto e cosa abbiamo provato in questo mese. Sembrava un incubo dal quale non riuscivo più a svegliarmi. Provo una gioia immensa e sono felice che giustizia sia stata fatta”.

Condividi
Appassionato di sport – calcio, NFL e tennis su tutti. Direttore di MondoPallone.it, giornalista e telecronista di Sportitalia. Ottimista e molto (troppo) frenetico. Email: amilone@mondosportivo.it