Volley femminile, Busto cade in Champions League

Una sconfitta al tie-break. La Unendo Yamamay Busto Arsizio torna dalla trasferta in Germania contro lo Schweriner per l’andata dei Playoff 12 di Champions League di volley femminile senza bottino nel sacco. Dopo aver conquistato l’accesso alle Final Four di Coppa Italia soltanto tre giorni fa, Busto Arsizio cerca di mettere una seria ipoteca anche sul passaggio di turno in Champions League, ma si scontra con il momento no di alcune sue giocatrici, con un po’ di sfortuna e con qualche errore di troppo. Soprattutto in fase di ricezione e muro, fondamentali nei quali contro lo Schweriner non è riuscita a fare la differenza. Anzi. Le Farfalle biancorosse hanno regalato punti, probabilmente valutando anche male il reale valore delle avversarie dopo aver vinto il primo set con un vantaggio larghissimo: 25-11. La superiorità della formazione italiana su quella tedesca non si discute, ma questa partita ha reso evidente che se Valentina Arrighetti, Francesca Marcon e Magarete Kozuch sono in una giornata no è realmente difficile per la formazione bustocca riuscire ad avere la meglio anche su avversari non eccellenti. Lo Schweriner è riuscito a imporsi nel secondo set per 25-22 e nel terzo per 25-17, Busto Arsizio ha pareggiato i conti vincendo il quarto con il punteggio di 25-13 per poi arrendersi nel tie-break per 15-13. Questo rende più complicato il cammino verso il passaggio del turno nella Champions League di volley femminile, visto che con l’attuale formula della competizione europea non contano i set vinti ma è necessario vincere tanto la gara di andata quanto quella di ritorno. In caso di vittoria della Unendo Yamamay nel ritorno, le due squadre si giocheranno il tutto per tutto nel golden set.

Condividi
Nata il 7 ottobre 1982 e laureata in Teorie e tecniche della comunicazione mediale, è giornalista professionista. Lavora al quotidiano Il Giorno. Musica, cinema e sport (tranne i motori) sono le sue droghe.