Coppa Italia: Roma avanti con Destro. Scintille nel finale

Come accaduto un anno fa, la Roma avanza in Coppa Italia ai danni della Fiorentina. Zeman con il suo modulo innovativo riesce a imbrigliare il gioco dei viola e trova il gol qualificazione con Destro. La Fiorentina può recriminare sui legni colpiti, in particolare quello di Cuadrado in pieno supplementare.

Sorprende sin dall’inizio Zeman che si presenta a Firenze con una difesa a tre uomini. Ospiti senza Totti, viola con Pizarro in panchina ancora non recuperato dall’infortunio alla caviglia. Niente turn over per Montella: confermato Neto tra i pali, in attacco viene proposto Toni davanti a far coppia con Jovetic. I padroni di casa provano ad applicare il loro consueto possesso di palla, ma contro un centrocampo capitolino ordinato, che concede poco respiro agli avversari, l’offensiva gigliata finisce per perdersi oltre la linea di mediana. Sono principalmente della Roma le occasioni migliori della prima frazione: De Rossi di testa spedisce vicinissimo al palo, mentre Neto e Rodriguez riescono nella stessa azione a opporsi alle conclusioni di Florenzi e Pjanic. Destro è avversario duro da marcare per la difesa casalinga che se lo fa sfuggire, permettendogli un diagonale rasoterra molto insidioso. Prima dell’intervallo un brivido anche dalle parti di Goicoechea con la punizione dell’ex Aquilani spedita sulla traversa.

Nella ripresa la Fiorentina prova ad essere più propositiva. Si gioca su ritmi alti. le due compagini producono una gran mole di gioco, resa vana dalla poca precisione e incisività oltre la trequarti; emblematico che entrambi gli allenatori dimostrino di essere insoddisfatti, sgolandosi verso i propri giocatori. De Rossi va in rete, ma lo fa in netta posizione di fuorigioco, poi in pieno recupero, nel giro di sessanta secondi, le due squadre sbagliano un’occasione a testa per evitare i supplementari: Borja Valero di sinistro colpisce in pieno l’incrocio dei pali; sul fronte opposto la ripartenza della Roma permette a Destro di superare Neto in pallonetto, ma Savic si supera intercettando di testa la sfera.

Nonostante la stanchezza, l’intensità di gioco resta alta anche nei supplementari e la gara si accende ulteriormente al 96′ con il vantaggio della Roma: rete realizzata da Destro, ma propiziata dall’invenzione di Pjanic dalla destra, preciso nel suggerire l’assist vincente. La Fiorentinasi vede obbligata ad alzare il proprio baricentro e gettarsi totalmente all’attacco: Goicoechea devia in angolo il tentativo su punizione di Aquilani e Cuadrado colpisce un palo clamoroso a portiere battuto. Il finale è nervosissimo: Taddei si fa espellere in maniera ingenua, Cuadrado e Dodò vengono alle mani; stringendo i denti la Roma resiste agli ultimi attacchi disperati dei viola e strappa il pass per le semifinali di Coppa Italia.

FIORENTINA-ROMA 0-1 (0-0) d.t.s

Fiorentina: Neto; Tomovic, Rodriguez, Savic; Cuadrado, Aquilani, Migliaccio (65′ Romulo), B. Valero, Pasqual(106′ Llama); Toni (78′ Ljajic), Jovetic.A disp. Viviano, Roncaglia, Olivera, Pizarro, Lupatelli, Fernandez, Seferovic, Camporese. All. Montella.
Roma: Goicoechea; Marquinhos, Castan, Burdisso; Piris (80′ Taddei), De Rossi, Bradley, Balzaretti (59′ Dodò); Pjanic (101′ Tachtsidis), Destro, Florenzi. A disp.: Svedkauskas, Lucca, Frediani, Ferrante. All. Zeman.
Arbitro: Rizzoli
Marcatore: 96′ Destro
Note: Epsulso Taddei al 116′ per somma di ammonizioni. Cuadrado e Dodò al 121′ per reciproche scorrettezze. Ammoniti: Aquilani, Tomovic, Savic (F), Florenzi, Burdisso, Pjanic, Castan, Bradley (R)

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it