Serie A2 Femminile: l’Olimpia Vignola batte il Villanova e ci crede ancora

Inizia con una vittoria importante e meritata il girone di ritorno per l’Olimpia Vignola: la posta in palio era altissima e le ragazze di Tebaldi hanno convinto per buona parte del match, staccando di tre punti grazie alla vittoria odierna proprio la squadra veneta dell’ Union Villanova, diretta concorrente alla salvezza.

Partenza a mille per le ragazze venete che con la coppia Foltran e Furlan impensieriscono non poco Soragni e compagne e le caricano di cartellini gialli costringendo mister Tebaldi al primo cambio dopo appena 15’, Corenzi per Viva.
Una volta prese le misure l’OV comincia a rendersi pericolosa e al 17′ Li Calzi su punizione sfiora il palo destro: al 21′ Li Calzi si ripete e da fuori area col destro colpisce la schiena di Salomon e sulla ribattuta Grenzi spreca spedendo sul fondo. Non passa nemmeno un minuto e Lenzini libera con un assist Li Calzi che però colpisce la traversa: le venete reagiscono al 35′ impegnando da fuori area Bassi con un tiro insidioso.
Al 41′ l’ultima occasione del primo tempo, di marca vignolese, con Zanardi che lanciata da un’ottima Grenzi galoppa sulla fascia e crossa trovando Lenzini che tira debolmente tra le braccia di Belgrado.

Il secondo tempo si apre anche con il secondo cambio di mister Tebaldi: fuori Hmidi e dentro Idili. Al 50′ il Sig. Bertozzi di Cesena vede un fallo di mano in area di Merotto e decreta un penalty a favore dell’Olimpia, Soragni va sul dischetto e spiazza Belgrado per l’1 a 0.
Al 53′ Li Calzi potrebbe chiudere il match ma Belgrado con un ottimo intervento tiene a galla il Villanova: al 60′ l ‘Union si rende pericoloso con Furlan che impegna severamente Bassi con un difficile rasoterra.
Al 71′ l’Olimpia Vignola raddoppia: Lenzini pesca in profondità Li Calzi che con un pregevole pallonetto scavalca il portiere e mette il pallone nel sacco.
La reazione veneta non si fa attendere e al 74′ Pillon semina il panico nella difesa vignolese e, dopo aver saltato Bassi in uscita tira a porta sguarnita ma debolmente, permettendo il recupero di una strepitosa Soragni. Il Villanova ci riprova all’80′ ma il tiro di Paoletti finisce sul fondo.
L’ultima occasione della partita è di marca vignolese con Balestri e Li Calzi troppo imprecise nello sfruttare un ottimo servizio in profondità di Lenzini.

OLIMPIA VIGNOLA – UNION VILLANOVA 2-0 (0-0)

OLIMPIA VIGNOLA: Bassi, Viva (25′ Corenzi), D’Amato, Ngobi, Soragni, Grenzi, Zanardi (67′ Balestri), Hmidi (46′ Idili), Lenzini, Li Calzi, Denti. A Disp: Fattore, Di Santo, Alemanno, Campo. All. Tebaldi
UNION VILLANOVA: Belgrado, Deidda, Salomon, Merotto, Casalgrande(55′ Morettin ), Rizzetto, Foltran, Pezzutti, Furlan, Tommaselli, Pillon ( 82′ Paoletti). A Disp: Bisol, Lucca, Collet, Lorenzon. All. Cerrato
ARBITRO : Bertozzi di Cesena
RETI: 50’ Soragni (rig.) (OV), 71’ Li Calzi (OV)
AMMONITE: D’Amato (OV), Viva (OV).

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile. Email: spellone@mondosportivo.it