Armstrong ammette: “Ho fatto uso di doping”

La confessione tanto attesa da tutto il mondo del ciclismo alla fine è arrivata. Lance Armstrong nel corso di una lunga intervista alla regina dei salotti televisivi americani Oprah Winfrey, ha infatti ammesso di aver fatto uso di sostanze dopanti nel corso della sua attività sportiva. Secondo le prime indiscrezioni – l’intervista sarà infatti trasmessa solo giovedì – l’ex campione americano avrebbe raccontato il suo percorso nel mono del doping a partire da metà anni ’90, quando la US Postal Service, sua squadra di allora, diede vita al “il programma di doping più sofisticato, professionale e di successo che lo sport abbia mai visto” come affermato dall’Usada dopo la squalifica del corridore e la cancellazione dei suoi 7 titoli del Tour De France.

Il texano adesso sarebbe pronto, secondo il New York Times, a parlare col Dipartimento di Giustizia americano trascinando dietro se tutte quelle persone influenti, all’interno della squadra e dell’UCI, che sapevano delle sue pratiche dopanti e non hanno detto nulla o addirittura coperto i fatti commessi. Rivelazioni che potrebbero portare a un nuovo terremoto all’interno del mondo delle due ruote andando a cancellare un intero decennio di storia del ciclismo.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.