Sampdoria-Milan: 0-0, a Marassi le emozioni restano in panchina

In un posticipo “bagnato” a Marassi, Sampdoria e Milan si dividono un punto per parte in una sfida che offre pochissimo allo spettacolo e alle emozioni. Occasioni da gol praticamente azzerate, per entrambe le squadre il risultato finale è il classico bicchiere a metà, da decidere se vuoto o pieno. Buoni spunti dei singoli da Niang e Poli, De Silvestri annulla bene El Shaarawy.

LA PARTITA – Delio Rossi schiera una difesa a 4 con De Silvestri a uomo su El Shaarawy e la mossa dà i suoi frutti. Il Milan  non trova sbocchi a sinistra e Bojan porta troppo spesso palla. Niang sembra il più vivace ma è poco servito e i rossoneri si ritrovano spesso a manovrare palla in modo sterile fino al limite dell’area doriana. La Samp gioca invece un primo tempo solido e punta spesso alla ripartenza veloce ma c’è poca precisione nei passaggi e i primi 45 minuti si chiudono senza reti e senza sussulti. Unica nota rilevante l’uscita di Ambrosini a metà frazione, per un problema fisico, al suo posto Flamini. Il secondo tempo si accende appena dopo il quarto d’ora, quando Boateng trova un’occasione a colpo sicuro ma Romero salva sulla linea a mano aperta. Sull’azione seguente, una leggerezza di Mexes permette a Icardi di ritrovarsi solo davanti ad Abbiati, ma il tocco in anticipo finisce fuori. La fiammata, però, si esaurisce in fretta e la partita ritorna ad essere bloccata con il Milan troppo “ansioso” nelle giocate e la Samp troppo imprecisa. Nel finale la sfida si fa frenetica, con qualche timido tentativo di arrembaggio dei rossoneri, ma le vere occasioni da gol non arrivano.

Finisce 0-0, una gara in cui vincono soprattutto il tatticismo e la paura di subìre gol e compromettere il risultato finale. Per la Samp è, comunque, un risultato che dà soddisfazione, mentre per il Milan un passo indietro soprattutto sul piano della finalizzazione offensiva.

SAMPDORIA-MILAN 0-0 (0-0)

Sampdoria (4-4-1-1): Romero, Gastaldello, Palombo, Costa, De Silvestri, Obiang, Kristicic (88′ Moustafi), Poli (78′ Tissone), Estigarribia (71′ Soriano), Icardi, Eder. A disp.: Berni, Da Costa, Castellini, Poulsen, Rossini, Munari, Renan, Savic. All.: Delio Rossi.
Milan (4-3-3): Abbiati; De Sciglio, Mexes, Zapata, Constant; Montolivo, Ambrosini (26′ Flamini), Boateng; Niang, Bojan (88′ Nocerino), El Shaarawy (66′ Robinho). A disp.: Amelia, Gabriel, Abate, Acerbi, Emanuelson, Traoré. All.:Massimiliano Allegri.
Arbitro: Guida.
Marcatori: –
Note: Ammoniti: Mexes, Niang (M), Gastaldello (S). Espulsi: –

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.