Memorial “Valentin Granatkin”: Italia-Iran 2-0

Lasciata da parte l’amarezza per la sconfitta patita ieri, l’Italia under 18 è tornata a vincere nel Memorial “Valentin Granatkin”. Gli azzurrini hanno sconfitto l’Iran con il risultato di due a zero, ottenendo la qualificazione per la finale per il 5° posto, in programma domenica contro la Repubblica Ceca. Le reti italiane sono arrivate tutte nella ripresa con De Girolamo e Ferrante; in apertura di incontro, però, il milanista Petagna ha sbagliato un calcio di rigore.

In conferenza stampa il c.t. Evani ha analizzato quanto visto in campo oggi, un impegno difficile dal punto di vista psicologico dopo la sconfitta di ieri che ha eliminato gli azzurri dalla corsa alla finalissima: “E’ stata una partita difficile perché l’Iran è una squadra molto veloce e dopo la partita di ieri avevamo bisogno di recuperare le forze sia fisiche che psicologiche; quest’ultimo discorso, però, valeva anche per l’Iran. Prima della partita ho cercato di sostenere i miei ragazzi, delusi perché hanno ritenuto ingiusta la sconfitta di ieri; nel primo tempo ho notato un po’ di mancanza di fiducia, poi nella ripresa siamo cambiati. Non sono rimasto soddisfatto della prova del nostro attacco, in particolare di Andrea Petagna. Ha fallito un calcio di rigore e ha sbagliato troppe occasioni avute a sua disposizione. La prossima partita sarà contro la Repubblica Ceca; una buona opportunità per noi per fare esperienza. E’ una squadra molto forte.”

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it