Serie A Femminile: il Verona travolge il Pordenone per 5-0

Termina cinque a zero per le veronesi il primo impegno ufficiale dopo la sosta natalizia: la squadra scaligera disputa una gara pressoché perfetta e apre così nel migliore dei modi il nuovo anno dominando un malcapitato Pordenone. Pini MVP della partita con una tripletta. Sabato prossimo le gialloblù saranno nuovamente impegnate tra le mura amiche nel big-match con il Brescia.

Trascorrono solamente venti secondi dal fischio d’inizio ed incredibilmente le gialloblù passano in vantaggio grazie a Carolini Pini che raccoglie un passaggio ai limiti dell’area della Gabbiadini, si inserisce di forza in area e trafigge Fagotto con un sinistro sul secondo palo. Le friulane palesano gravi problemi difensivi e le veronesi ne approfittano raddoppiando con Cristiana Girelli che segna dopo una respinta del palo (siglando il suo tredicesimo gol in campionato). La numero dieci scaligera potrebbe ripetersi poco dopo ma il suo gol viene annullato per fuori gioco.
E’ ormai un monologo veronese: una Girelli scatenata al 13′ sfiora l’angolo con un colpo di testa da cross di Toselli sfiorando l’incrocio, mentre poco dopo la Gelmetti offre a Carolina Pini la palla del 3-0 ma il rasoterra di quest’ultima finisce a lato.
E’ solo il preludio al terzo gol, che arriva al 32′ grazie a Carolina Pini che capitalizza un lancio della Karlsson con un colpo di nuca che spiazza il portiere avversario in uscita.
La Pini al 35′ sigla il suo hattrick personale dopo uno scambio al limite tra Zorri e Gelmetti con la Zorri che mette in mezzo per la Pini che da due passi segna il 4-0.
Prima del riposo anche Melania Gabbiadini cerca gloria ma il suo tiro coglie in pieno l’incrocio dei pali.

Al decimo della ripresa il Verona dichiara chiusa la partita con un gol capolavoro di Tatiana Zorri: l’azione nasce dalla solita Melania Gabbiadini e Zorri al limite dell’area penetra in slalom in area e insacca con un perfetto cucchiaio. Il Verona va vicino al sesto gol con Gabbiadini ma il portiere Fagotto dice no.
La prima vera conclusione delle friulane giunge all’ 87′ con la neo entrata Paoletti che chiama Ohrstrom alla difficile deviazione.

VERONA – GRAPHISTUDIO PORDENONE 5-0 (4-0)

VERONA: Ohrstrom, Squizzato, Toscano Aggio (57’ Maceri), Gelmetti (64’ Capelloni), Karlsson, Di Criscio, Toselli, Gabbiadini, Zorri, Girelli, Pini. A disposizione: Tasselli, Capelloni, Maceri, Mason, Maffezzoni. Allenatore: Renato Longega.
GRAPHISTUDIO PORDENONE: Fagotto, Urbani, Boattin, Schiavo, Bortolus (64’ Gobbo), Lotto, Zanoni (58’ Paoletti), Stabile, Cavallini, Piai, Sedonati. A disposizione: Zorzi, Lavia, Gobbo, Paoletti, Stefanello, Trifunjagic. Allenatore: Andrea Tosolini.
ARBITRO: Francesco Santi di Prato, assistenti Bonizzato e Nafea.
RETI: 1’, 32′ e 35′ Pini, 4’ Girelli, 54’ Zorri

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile. Email: spellone@mondosportivo.it