Bojan sveglia un brutto Milan: Siena battuto 2-1

Inizia col piede giusto il 2013 del Milan; dopo un primo tempo povero di emozioni, la formazione rossonera cresce nella ripresa, battendo 2-1 al “Giuseppe Meazza” un Siena ordinato, ma poco concreto in attacco. Le reti meneghine portano la firma di Bojan, a segno di testa a pochi minuti dal suo inserimento, e di Pazzini, che si procura e realizza un calcio di rigore un po’ generoso; a nulla vale la rete della speranza bianconera messa a segno da Paolucci. Il Milan sale a quota 30 punti, avvicinando la quota Champions League, mentre il Siena rimane ultimo, a meno sei dalla salvezza diretta.

MILAN LENTO, SIENA ORDINATO – E’ un Milan d’attacco quello schierato da mister Allegri, con Boateng ed El Shaarawy a supporto di Pazzini; nel Siena, invece, non c’è Calaiò: il bomber è squalificato. Dopo i primi minuti di studio, sono i rossoneri a rompere gli indugi, andando ad un passo dal vantaggio con El Shaarawy, Pegolo è prodigioso sul faraone; bianconeri non pervenuti, rossoneri propositivi, ma poco concreti dalle parti del portiere senese, tanto che la gara scivola via senza ulteriori emozioni fino alla mezz’ora, quando è ancora l’italo-egiziano a sfiorare la rete con un bel destro a giro. La risposta degli uomini di mister Iachini è affidata ad un tiro dalla distanza di Rosina che non crea problemi ad Abbiati; Milan che pecca nella velocità di manovra, dando modo al Siena di chiudersi bene e di non lasciare spazi agli avanti rossoneri. Primo tempo che si chiude senza recupero tra i fischi di un “San Siro” deluso.

Seconda frazione che si apre senza cambi, ma con un Milan all’apparenza più concentrato, da subito alla ricerca del gol del vantaggio, ma è il Siena a mettersi in evidenza al minuto 57, quando Abbiati è miracoloso su una conclusione ravvicinata di Rosina; la risposta milanista è affidata ancora una volta a El Shaarawy, vicino alla rete dell’1-0 con un colpo di testa che finisce fuori di poco. Gol meneghino solo rimandato: minuto 68, Boateng alza la testa, cross per il neo entrato Bojan che di testa non lascia scampo a Pegolo. Milan ora più tranquillo, mentre il Siena che fatica a creare occasioni pericolose dalle parti di Abbiati; rossoneri che raddoppiano a 10′ dalla fine grazie a Pazzini, che si procura e trasforma un calcio di rigore forse un po’ generoso. Capitan Ambrosini sfiora il tris dalla distanza, ma è il neo entrato Paolucci a riaprire l’incontro con un’incornata precisa. Il vantaggio milanista resiste: Siena battuto 2-1.

MILAN-SIENA 2-1

Milan (4-3-3): Abbiati; Abate, De Sciglio, Acerbi, Constant (63′ Antonini); Montolivo, Ambrosini, Nocerino (56′ Bojan); Boateng, Pazzini, El Shaarawy. A disp.: Amelia, Gabriel, Muntari, Strasser, Flamini, Niang, Bojan, Emanuleson, Cristante, Yepes. All.: Allegri.
Siena (4-4-2): Pegolo; Neto, Paci, Felipe, Angelo; Valiani (80′ Paolucci), D’Agostino (70′ Bolzoni), Vergassola, Del Grosso; Rosina (58′ Reginaldo), Bogdani. A disp.: Farelli, Coppola, Dellafiore, Verre, Belmonte, Rodriguez, Contini, Rubin, Bolzoni, Mannini. All.: Iachini.
Arbitro: Calvarese di Teramo
Marcatori: 68′ Bojan (M), 80′ rig.Pazzini (M), 86′ Paolucci (S)
Note: ammoniti: Ambrosini, Pazzini (M), Angelo, Del Grosso, Vergassola, Felipe, Neto (S); espulsi: –

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.