Liga, 18a giornata: bene Valencia, Siviglia e Levante. Malaga sconfitto al “Riazor”

Dopo la vittoria del Betis nell’anticipo del vernerdì alla “Romareda” di Saragozza, nelle sfide del sabato di Liga spiccano i successi interni di Levante ( sempre più rivelazione del campionato), Deportivo La Coruña e Siviglia, oltre alla rocambolesca e fondamentale vittoria esterna dei valenciani del nuovo tecnico Ernesto Valverde.

Il Valencia soffre ma coglie tre punti fondamentali per la rincorsa alla zona Champions, espugnando l’ostico campo del Granada. Sotto di un uomo nel primo tempo, per il doppio giallo e la conseguente espulsione di Mikel Rico, gli andalusi si sono addirittura portati in vantaggio a inizio ripresa con l’incornata da corner di Brayan Angulo. Ma gli ospiti sono usciti fuori alla distanza, conquistando l’intera posta con le reti di Jonas e Piatti, entrambi abili nello sfruttare le amnesie difensive del Granada.

Vince e lascia l’ultimo posto in solitaria il Deportivo La Coruña. Al termine di un match equilibrato e poco spettacolare, un gol fantastico di Pizzi, autore di uno slalom e di un gran tiro sotto l’incrocio dei pali, decide la sfida in Galizia. I biacoblù di Pellegrini ci hanno provato soprattutto nel finale, spinti dall’estro di Diego Buonanotte. Ma il forcing non ha portato i frutti sperati alla compagine ospite, sconfitta e ancorata al quarto posto in classifica, con 31 punti.

Continua, invece, l’anonima e per certi versi inquietante stagione dell’Athletic Bilbao. Al “Ciutat de Valencia” i baschi prima si illudono con il gol del bomber Aritz Aduriz, ma poi vengono raggiunti dalla sberla dell’ex Bayern Monaco Christian Lell, e poi superati dall’opportunismo sotto porta di Aborra e, infine “matati” dal radente tiro di El Zhar, bravo ad angolare la sfera sulla destra dell’incolpevole Moreno. Non finisce di stupire il Levante di Juan Ignacio Martinez, protagonista insieme alla sua squadra di un biennio da incorniciare. E dopo il sesto posto della scorsa stagione, nulla è precluso alle “rane”, brillanti anche in Europa. In fondo sognare non costare nulla.

Ossigeno puro per il Siviglia, che si impone al “Sanchez Pizjuan” di misura contro un indomito Osasuna. Decide la sfida il difensore bosniaco Emir Spahic, lesto in mischia a battere Fernandez, protagonista di una prestazione maiuscola. I navarri continuano a non portare punti a casa, e non vincono da oltre due mesi, dimostrando, ancora una volta, tutti i limiti presenti nel proprio pacchetto offensivo. Ultimo posto per l’Osasuna, solo 12° per i biancorossi di Siviglia, partiti alla vigilia con ambizioni molto diverse.

Il derby di Barcellona monopolizzerà il resto del programma, impreziosito anche dalla sfida del “Santiago Bernabeu” tra Real Madrid e Real Sociedad.

LIGA 18a giornata

Real Saragozza-Real Betis 1-2 (44′ Castro (B), 58′ Molina (B), 77′ Montanes (S))

Sabato 5 gennaio
Levante-Athl. Bilbao 3-1 ( 6′ Aduriz (A), 26′ Lell (L), 45′ Iborra (L), El Zhar (L))
Granada-Valencia 1-2 ( 50′ Angulo (G), Jonas 59′ (V), 82′ Piatti (V))
Dep. La Coruna-Malaga 1-0 ( 57′ Pizzi (D))
Siviglia-Osasuna 1-0 (83′ Spahic ( S))

Domenica 6 gennaio
Celta Vigo-Valladolid
Real Madrid-Real Sociedad
Barcellona-Espanyol
Maiorca-Atletico Madrid

Lunedi 7 gennaio
Rayo Vallecano-Getafe

Condividi
Nato a Terracina il 1° febbraio 1989. Amante di tutto ciò di sferico che rotola su un campo rettangolare. Collaboratore presso diverse testate giornalistiche, sportive e non. Studia Lettere alla Sapienza di Roma. Email: lsavarese@mondosportivo.it