Nba, i risultati del 5 gennaio: i Bulls sorprendono Miami, ok Oklahoma e Boston. I Clippers dominano a Los Angeles

Tanti risultati a sorpresa nella notte del 5 gennaio negli Usa. Parliamo ovviamente di Nba ma prima di raccontarvi alcune vittorie contro-pronostico, c’è da parlare del tanto atteso derby di Los Angeles tra Clippers e Lakers. E bene, se in avvio di stagione avevamo il sentore del netto e storico sorpasso da parte dei biancorossi di Tony Del Negro, questa volta abbiamo evidentemente la conferma. I Clippers vincono e convincono 107-102 mettendo in seria difficoltà le ambizioni del quintetto di Mike D’Antoni. Come sempre Kobe Bryant è l’ultimo ad alzare bandiera bianca (38 pt) ma questa volta non basta perché il Mamba si ritrova di fronte un superlativo Chris Paul. Cp3 mette a referto 30 punti conditi da ben 13 assist mandando in tilt il sistema difensivo di D’Antoni. Il play ex New Orleans è anche coadiuvato da Griffin e compagni mentre spiccano, in negativo ovviamente, i soli 4 punti della coppia Gasol-World Peace. Clippers che salgono così al secondo posto della Western Conference (26-8) mentre per i Lakers è notte fonda, troppo lontani dall’ottavo posto valido per i playoff di fine stagione.

Al primo posto ad Ovest c’è sempre Oklahoma (25-7) che nella notte ha risolto senza problemi la pratica Philadelphia 76ers 109-85: Westbrook questa volta chiude davanti a Kevin Durant mettendo a segno 27 punti contro i 26 del numero 35. Nel successo dei Thunder ci sono anche i 15 punti e 10 rimbalzi di “Air Congo” Serge Ibaka. Continuano a perdere posizioni, invece, i Memphis Grizzlies che a sorpresa vengono battuti a domicilio dai Trailblazers di Portland 86-84. Non funziona a dove la difesa dei Grizzlies così Matthews & compagni ne approfittano per conquistare l’ottava vittoria in stagione su uno dei campi più caldi della Nba. Memphis (20-10) al momento è quinta ad Ovest. Un gradino sotto (19-14) ci sono invece gli Houston Rockets che passano 115-101 in casa dei Milwaukee Bucks grazie al solito contributo in zona punti del Barba, James Harden, 29 e 7 assist, di Carlos Delfino che scollina a quota 22 punti e dei 36 punti della coppia Douglas-Patterson. Per i Bucks non bastano i ben 7 uomini in doppia cifra. Chiudiamo la parentesi Ovest con il successo netto in trasferta dei Sacramento Kings sui Toronto Raptors 105-96 grazie alla super prestazione di Demarcus Cousins autore di ben 31 punti e 20 rimbalzi, dominatore assoluto del match, e degli Utah Jazz che s’impongono 87-80 in casa dei Phoenix Suns.

Passiamo alla Eastern Conference dove c’è sicuramente tanta carne al fuoco. Non può sfuggire agli occhi di tutti gli appassionati di basket la sconfitta interna di Miami per mano dei Chicago Bulls 96-89. Ancora una volta il sistema difensivo di coach Thibodeau paga. Lebron e Wade ne mettono 52 in due ma non basta, troppo basso anche l’apporto dalla panchina degli Heat che vengono surclassati dai canestri di Boozer e Noah che dominano anche a rimbalzo (24). Si tratta della nona sconfitta a fronte di 22 vittorie per gli Heat, sempre al primo posto in classifica a Est, mentre Chicago è stazionaria al quarto posto (18-13) sempre in attesa di Derrick Rose.

Vittoria facile per i Boston Celtics (15-17) che superano 94-75 gli Indiana Pacers (19-14) con i 36 punti della coppia Garnett-Rondo mentre servono i tempi supplementari ai Brooklyn Nets (18-15) per avere la meglio sui Washington Wizards 115-113. Ancora una volta Brook Lopez trascinatore assoluto dei bianconeri con 27 punti e 13 rimbalzi mentre in casa Wizards spicca la prova del rookie, Bradley Beal, autore di 24 punti. Tredicesima vittoria stagionale anche per Detroit che ferma la corsa degli Atlanta Hawks 84-84: merito del successo? Probabilmente da assegnare ad Austin Daye che mette a referto 20 punti sorprendendo di fatto la difesa degli Hawks che rimangono al terzo posto nella conference (20-11). Chiudiamo con l’ottavo successo in stagione per Cleveland che passa all’ultimo secondo in casa dei Charlotte Bobcats 106-104. Mattatore dell’incontro, neanche a dirlo, Kyrie Irving, autore di 33 punti e del canestro del successo ad 1” dalla sirena.

NBA – I risultati del 5 gennaio

Charlotte Bobcats-Cleveland Cavaliers 104-106
Toronto Raptors-Sacramento Kings 96-105
Washington Wizards-Brooklyn Nets 113-115 dts
Detroit Pistons-Atlanta Hawks 85-84
Boston Celtics-Indiana Pacers 94-75
Memphis Grizzlies-Portland Trailblazers 84-86
Miami Heat-Chicago Bulls 89-96
Oklahoma City Thunder-Philadelphia 76ers 109-85
Milwaukee Bucks-Houston Rockets 101-115
Phoenix Suns-Utah Jazz 80-87
Los Angeles Clippers-Los Angeles Lakers 107-102

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it