Esclusiva Mp – Crotone, Ursino: “Faremo tre acquisti. Rinnovo Calil? Stiamo lavorando”

Il Crotone è uno dei club di Serie B più attivi in queste primissime ore di calciomercato. Vari i nomi accostati alla società calabrese, da sempre molto attenta ai giovani talenti. Abbiamo cercato di fare chiarezza sui reali obiettivi pitagorici tramite il ds Beppe Ursino, come al solito disponibile e gentile.

Allora Direttore, si parla tanto ma alla fin fine cosa vuole davvero il Crotone?

Bella domanda. Il Crotone, innanzitutto, deve cedere prima di poter acquistare. Su questo non ci piove. Ci hanno associato a diversi calciatori ma noi, a dire il vero, abbiamo in mente di integrare l’organico con sole tre pedine: un terzino destro, una mezzala sinistra e un attaccante.

Quello del centravanti, in effetti, è un ruolo scoperto nella rosa a disposizione di Drago…

Ma dipende tutto dal tipo di gioco che si vuole adottare. Il mister, nella passata stagione, aveva scelto un modulo offensivo che non dava punti di riferimento agli avversari e, visti i risultati, lo ha riproposto anche quest’anno. E comunque non arriverà il classico centravanti da area di rigore, ma un uomo di movimento.

Si è parlato di Dioup del Torino e Roberto Insigne del Napoli…

Su Dioup confermo, su Insigne no.

Visto che lei ci ha fornito gli identikit, proviamo a sintetizzare: i tre acquisti del Crotone saranno Crescenzi, Crisetig e Dioup?

Ha nominato tre calciatori che ci interessano: Crescenzi lo abbiamo già avuto tra noi e non ci dispiacerebbe riabbracciarlo; di Dioup ho parlato, mentre su Crisetig posso dire che risponderebbe alle nostre esigenze di ingaggiare una mezzala sinistra. Tutto, però, dipende dalle cessioni. Noi siamo convinti di riuscire prima a vendere e poi a comprare, ma nel mercato non si sa mai cosa può accadere.

In uscita ci sono i vari Krkic, Falconieri, Correia e compagnia bella? Cioè gente che finora non ha quasi mai visto il campo…

Esattamente. Con l’aggiunta di qualche altro ragazzo, i nomi sono questi.

C’è la possibilità che uno tra Caglioni e Concetti possa partire?

No. Se hai la fortuna di poter contare su due portieri di alto valore, perché privartene?

Il rinnovo di Calil sta diventando quasi un tormentone…

Perché ce lo state facendo diventare voi. La realtà è che stiamo lavorando per portare a termine la trattativa: riprenderemo a parlarne alla ripresa degli allenamenti, dal 9 gennaio in poi, e da parte di tutti c’è la volontà di concludere.

Ultima domanda: questo stop invernale la trova d’accordo?

Sì. Mi spiego: ho apprezzato la novità introdotta da Abodi perché, giocando a Natale e non in questo periodo, c’è più tranquillità per fare il mercato. Lavorare mentre la squadra scende in campo, per un ds, non è mai semplice.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.