La Top 11 di Mondopallone per il 2012

La stratosferica annata della Juventus, l’ottimo Europeo della Nazionale di Prandelli e l’esplosione di alcuni giovani talenti: sono questi i temi principali del 2012 calcistico made in Italy. Nonostante le critiche, come è giusto che sia, non manchino mai, ci avviamo al 2013 con la consapevolezza di avere ancora molto da dire. Le grandi storie, spesso, partono proprio dalle situazioni più ardue. Noi di MondoPallone abbiamo voluto salutare l’anno che doveva essere “la fine del mondo” stilando una Top 11 dei protagonisti della Serie A; in considerazione, almeno in teoria, si è cercato di tenere l’intero anno solare ma, si sa, le imprese più recenti sono sempre ricordate con occhi diversi. La redazione tutta si è unita per scegliere un modulo di base e votare ruolo per ruolo i vari giocatori da inserire nella formazione: ne viene fuori una squadra fortissima, anzi due…

 

IL MODULO: 4-3-3, all’insegna del divertimento e del bel calcio. In certe occasioni è opportuno anteporre la qualità all’equilibrio, che comunque non manca.

L’ALLENATORE: Vincenzo Montella, artefice di un 2012 straordinario alla guida del Catania prima e della Fiorentina poi. L’ex Aeroplanino ha stupito tutti per la capacità di gestione dello spogliatoio e per la bontà del calcio espresso dalla sue squadre.

IL PORTIERE: Samir Handanovic. Lo sloveno ha contribuito al terzo posto dell’Udinese e si è guadagnato la maglia dell’Inter, sfrattando addirittura un collega come Julio Cesar. Dopo Buffon, ormai, è in assoluto il portiere più forte del nostro campionato.

DIFESA: A destra c’è De Sciglio, 20enne che ha impressionato per la personalità con la quale si è imposto nel Milan; a sinistra Pasqual, un sempreverde, titolare nella Fiorentina da otto stagioni. Coppia centrale da applausi: Barzagli-Thiago Silva. Il primo ce lo godiamo ancora, il secondo lo ammirano all’ombra della Tour Eiffel.

CENTROCAMPO: A coadiuvare il regista Andrea Pirlo, autore dell’ennesima annata da incorniciare, ci sono il cileno Vidal e lo spagnolo Borja Valero. Il guerriero di Conte, assieme al genio di Brescia e a Claudio Marchisio, forma uno dei centrocampi migliori d’Europa; l’ex Vilareal, invece, si è rivelato un calciatore completo, capace di far tutto dalla linea mediana in su.

ATTACCANTI: C’è da leccarsi i baffi: Cavani-Klose-El Shaarawy. El Matador, per ragioni tattiche, nell’ipotetica formazione partirebbe un po’ defilato sulla destra, mentre il tedesco della Lazio e il Piccolo Faraone giocherebbero nelle loro zone ideali. Descrivere gli assi di questo tridenti è pleonastico, basta leggere il numero dei loro gol nel 2012…

PANCHINA: Viene quasi da sorridere a parlare di panchina, perché come qualità assoluta c’è forse addirittura qualcosina in più rispetto agli undici titolari. Dall’immensità di Totti all’estro di Lamela e Jovetic, passando per la forza di Guarin e la sicurezza di Buffon. Allenatore Zdenek Zeman: una garanzia di spettacolo.

2012, La Top 11 di MondoPallone (4-3-3): Handanovic; De Sciglio, Barzagli, Thiago Silva, Pasqual; Vidal, Pirlo, Borja Valero; Cavani, Klose, El Shaarawy. Allenatore: Montella. A disposizione: Buffon; Basta, Ranocchia, Gonzalo Rodriguez, Marchese; Guarin, Lodi, Marchisio; Lamela, Jovetic, Totti. Allenatore: Zeman.

Che ve ne pare?

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.