Premier League, Arsenal-Newcastle: festività all’Emirates, i Gunners vincono 7-3

Spettacolo natalizio all’Emirates, dove l’Arsenal travolge il Newcastle con un 7-3 che si concretizza solo nel secondo tempo, in una gara altalenante e apertissima, con il Newcastle in partita fino al 3-3 a venti minuti dalla fine.

ERRORI ARSENAL, NEWCASTLE IN PARTITA – Dopo aver “riposato” nel turno del Boxing Day (per il rinvio della sfida contro il West Ham), l’Arsenal parte subito bene e cerca di impostare ritmi veloci e ripartenze precise. Dopo un’occasione per Chamberlain in avvio, il Newcastle tenta di mantenere il controllo ma al 20′ Santon sbaglia la trappola del fuorigioco sulla trequarti e Podolski lancia Walcott in campo aperto. Il numero 14 dell’Arsenal si invola ed entra in area dalla sinistra, fulminando Krul con un rasoterra preciso sul palo lontano. Vantaggio meritato per i Gunners che non riescono, però, a concretizzare le occasioni per il raddoppio: prima Krul è bravissimo in uscita a chiudere su Walcott, poi lo stesso giocatore di casa sbaglia un facile assist che avrebbe mandato in porta Cazorla, in un contropiede 3 contro 1. Il Newcastle tenta di rispondere e Szczesny alza in corner un gran tiro dalla distanza di Tiote. Passano 4 minuti e arriva il pari ospite: calcio di punizione dal vertice sinistro dell’area, Demba Ba tira a giro verso la porta, Wilshere devìa involontariamente e Szczesny è tagliato fuori. Pareggio quasi a sorpresa e c’è ancora tempo per Marveaux che sfiora il gol con un bel tiro da lontano, trovando però Szczesny pronto alla deviazione.

ALTALENA ALL’EMIRATES – Pronti, via, subito uno scossone: rimessa laterale battuta male da Simpson in posizione difensiva, Podolski intercetta e tocca per Cazorla che apre subito su Oxlade-Chamberlain al limite dell’area. Gran diagonale del giovane inglese e palla nell’angolo basso, per Krul nulla da fare, 2-1 Arsenal al 51′. Passano nemmeno dieci minuti e il Newcastle pareggianumero di Obertan dalla sinistra che si “beve” Sagna, arriva sul fondo e mette un cross rasoterra che attraversa tutta l’area e trova Marveaux liberissimo sul secondo palo ad appoggiare in rete.

L’Arsenal fa e disfa in continuazione, mentre il Newcastle approfitta cinicamente delle occasioni che gli capitano. Passano 2 minuti, gran parata di Krul in allungo sulla sinistra, sul bel tiro da fuori di Cazorla. Partita ora apertissima, Wilshere ruba palla a Tiote, scambia con Podolski e si lancia in area. Mette a sedere Simpson e crossa a centro area un pallone morbido e insidioso. Krul è scavalcato, Coloccini anticipa di testa Walcott alla disperata ma il pallone si appoggia alla traversa e resta lì, con Podolski che è lesto a toccarlo definitivamente in rete. Arsenal di nuovo in vantaggio e gara scoppiettante. Il Newcastle si ributta in avanti ed esplora nuovamente gli errori di posizionamento difensivi dell’Arsenal. Cross dalla sinistra di Marveaux, Gibbs si addormenta e alle sue spalle sbuca ancora Demba Ba che non ha problemi a colpire in rete per il 3-3 dei suoi. Non c’è però tempo per respirare: ancora Podolski, il migliore dei suoi, riceve palla al limite dell’area e apre per l’inserimento da sinistra di Gibbs. Il terzino inglese è bravissimo a controllare la sfera e appoggiare al centro dove Walcott stoppa, si gira e infila sotto la traversa il nuovo vantaggio dei suoi, 4-3.

FESTA ARSENAL – Pardew prova il tutto per tutto e manda in campo anche Shola Ameobi, ma l’Arsenal ha ormai in mano la partita e trova addirittura il 5-3 con Olivier Giroud, (appena entrato al posto di Chamberlain) che infila Krul di testa su un perfetto cross da destra di Walcott. Gara ormai decisa, l’Arsenal però non si accontenta: Walcott parte palla al piede dalla destra, viene fermato ma la sfera arriva a Giroud che, di forza, supera Coloccini e scaglia un rasoterra fulminante sul primo palo per il 6-3 Gunners. Ma ancora, incredibilmente, non è finita: Walcott riceve palla vicino alla bandierina del corner di sinistra, punta Obertan, lo salta e viene sgambettato; sarebbe rigore ma il giocatore dell’Arsenal si rialza immediatamente, ritrova il pallone e ha la lucidità necessaria a battere Krul con un sontuoso “cucchiaio”. Per Theo è tripletta (sfiorata da Giroud un minuto dopo, fermato solo dalla traversa, per il possibile ottavo gol dei Gunners), per l’Arsenal è un 7-3 che permette a Wenger di festeggiare, con un occhio agli errori difensivi gravi che avevano tenuto in gara il Newcastle fino a venti minuti dalla fine.

Clicca qui per il video con tutti i gol dell’incontro.

ARSENAL-NEWCASTLE 7-3 (1-1)
Arsenal (4-2-3-1): Szczesny, Sagna, Koscielny, Vermaelen, Gibbs, Arteta, Wilshere, Oxlade-Chamberlain (74′ Giroud), Cazorla (86′ Coquelin), Podolski (82′ Ramsey), Walcott. A disp.: Mannone, Djourou, Rosicky, Gervinho. All.: Wenger.
Newcastle (4-4-2): Krul, Simpson (82′ Ferguson), Coloccini, Perch, Santon, Bigirimana (82′ Shola Ameobi), Marveaux (88′ Tavernier), Tiote, Obertan, Cisse, Ba. A disp.: Harper, Streete, Abeid, Sammy Ameobi. All.: Pardew.
Arbitro: Chris Foy
Marcatori: 20′ e 73′ Walcott (A), 44′ e 68′ Ba (N), 51′ Chamberlain (A), 59′ Marveaux (N), 64′ Podolski (A), 85′ Giroud (A)
Note, Ammoniti: Santon (N), Espulsi: –

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.