Maggio e Cavani nel finale gelano il Franchi: Siena-Napoli 0-2

Il Napoli pur faticando espugna il Franchi di Siena e si porta a quota 34 in classifica. Stecca la prima sulla panchina dei toscani il tecnico Iachini, nonostante la sua squadra si sia difesa con ordine, crollando solo a cinque minuti dal termine.

VINCE LA NOIA: Mazzarri rinuncia a Pandev preferendo infoltire il centrocampo con Donadel, Iachini si affida a Rosina in appoggio a Calaiò. Già dai primi minuti si capisce che non sarà un primo tempo da ricordare: il Napoli è troppo impreciso in impostazione e sbaglia appoggi anche elementari, mentre il Siena pensa solo a contenere e denota una chiara incapacità di offendere. Con il passare dei minuti la situazione non cambia. Deludono in particolare Insigne e Cavani, completamente avulsi dal gioco. Gli unici tiri in porta li effettuano dalla distanza Insigne ( destro nettamente a lato ) e Gamberini (presa facile di Pegolo ). Finisce così a reti bianche un primo tempo che ha regalato davvero poco.

IL NAPOLI LA SBLOCCA: La ripresa parte con un Napoli nettamente più propositivo che cerca subito di mettere in difficoltà i bianconeri. E dopo cinque minuti è Marek Hamšík a provarci a tu per tu con Pegolo che con un gran riflesso dice no. Un minuto dopo ancora straordinari per il portiere toscano che alza in corner l’incornata di Cavani. Sembrerebbe l’inizio di un assedio, ma così non è. Il Siena infatti si riorganizza e imbriglia di nuovo i partenopei. Entra anche Pandev per un Napoli a tre punte, ma è Insigne a un quarto d’ora dal termine a sfiorare il palo con la sua conclusione. Il Siena cerca di giocare con il cronometro, ma a cinque minuti dal 90′ il Napoli viene a capo del match: grande spunto di Hamšík sulla sinistra e palla in Mezzo per maggio che spedisce alle spalle di Pegolo. Il Siena a questo punto si sgonfie e il Napoli infierisce: Felipe affossa Pandev e l’arbitro decreta il rigore che Cavani trasforma. Nel finale  viene anche espulso Calaiò. Finisce così con il 2-0 per il Napoli. Punti importanti per la squadra di Mazzarri che, seppur senza convincere, porta a casa una vittoria fondamentale per rimanere attaccata al treno delle inseguitrici della Juventus.

SIENA-NAPOLI 0-2
SIENA ( 3-5-1-1) :
Pegolo; Felipe, Contini, Dellafiore; Del Grosso, D’Agostino, Bolzoni, Valiani, Belmonte ( 69′ Mannini) ; Rosina ( 75′ Reginaldo ); Calaiò. A disp.: Farelli, Marini, Rodriguez, Rubin, Coppola, Verre, Paolucci, Bogdani, Larrondo. All.: Iachini.
NAPOLI ( 3-4-1-2 ) : De Sanctis; Campagnaro, Gamberini ( 69′ Pandev ), Britos; Maggio, Behrami, Donadel, Zúñiga ( 81′ Mesto ); Hamšík; Insigne ( 85′ El Kaddouri ), Cavani. A disp.: Rosati, Colombo, Aronica, Dossena, Fernández, Uvini,, Vargas. All.: Mazzarri.
Arbitro: De Marco di Chiavari
Marcatori: 86′ Maggio , 89′ Cavani rig.
Note: Ammonito Contini (S) , Espulso Calaiò al 91′

Condividi
Nato a Sora (FR) il 20 gennaio 1990, ma residente a Roma per motivi di studio. Appassionato di calcio italiano e internazionale, con un debole per le curiosità statistiche e i campionati scandinavi.