Milan, l’equazione è semplice: Pato + Robinho = Balotelli

Adriano Galliani ha un solo progetto nella testa, per il Milan, in questo momento: viaggio in Brasile per piazzare Pato e Robinho, ricavare 20-25 milioni da reinvestire poi in un solo attaccante. Quell’attaccante ha un nome e un cognome: (Super)Mario Balotelli. L’ex attaccante dell’Inter è ormai ai margini della rosa del Manchester City, e il rapporto con Roberto Mancini è ai minimi storici.

Il Corinthians ha già presentato un’offerta di 15 milioni di euro al Milan per il “papero” rossonero, un’offerta che in Via Turati ritengono buona, considerati tutti i dubbi legati alle condizioni fisiche e psicologiche del numero 9. Discorso diverso per Robinho, che piace tantissimo al Santos, ma il club brasiliano ancora non ha formalizzato alcuna offerta concreta: tuttavia la voglia di tornare in Brasile da parte del giocatore e la non-opposizione di Galliani alla cessione sono più di un indizio per la buona riuscita dell’operazione.

25 milioni di euro in contanti, più una ventina risparmiati dal monte ingaggi: quanto basta per tentare l’assalto a Mario Balotelli, uno che a Milano tornerebbe sin da stasera, per rilanciarsi in maniera prepotente nel calcio che conta. Si creerebbe anche lo spazio per un certo Niang, che proprio nel giorno del suo diciottesimo compleanno ha prolungato il suo contratto col Milan: il tutto considerando inarrivabili obiettivi come Drogba e Pastore, a detta proprio di Adriano Galliani.

Condividi
Nato a Genova nel maggio 1992; è un appassionato di calcio, basket NBA e pallavolo (sport che ha praticato per molti anni). Frequenta la facoltà di Scienze Politiche, indirizzo amministrativo e gestionale. Email: alelli@mondosportivo.it