Lega Pro, Seconda Divisione: Martina Franca-Pontedera 0-1

Terzo stop consecutivo per i biancoazzurri che devono piegarsi a un Pontedera che fa la gara per due terzi dell’incontro, trova il vantaggio con un discutibile, per usare un eufemismo, rigore assegnato dal direttore di gara e gestisce l’assalto locale nella mezz’ora finale. Un assalto volenteroso e sfortunato, di un Martina che avrebbe meritato almeno il pareggio, lo stesso letteralmente tirato fuori dalla rete da Leone, miracoloso su Gambino al secondo di recupero.

La partita inizia su buoni ritmi. Lo specialista Marsili batte una punizione al 2’ dal vertice destro dell’area, Gambuzza tenta di colpire di nuca ma il pallone torna a centroarea dove Mangiacasale non trova il tap-in vincente. La risposta del Pontedera arriva due minuti dopo con una discesa di Arrighini che cede centrale a Esposito. Il suo tiro a mezza altezza è facile preda di Leuci. Un minuto dopo pericolosissimi gli ospiti: Regoli scaglia un destro dal limite dell’area, la palla colpisce il palo alla destra di Leuci e attraversa tutta la porta prima di terminare in out. Al 7’ Ancora scende sulla sinistra e crossa per Gambino che prova a colpire di testa ma schiaccia troppo il pallone che termina sul fondo.

La gara regala scampoli di ottimo gioco sottolineando il valore di entrambe le formazioni. Al 22’ la girata in acrobazia di Gambino serve l’accorrente Mangiacasale che in area non trova l’impatto con la palla. Al 37’, dopo un periodo di stanca dell’incontro, Arrighini si invola sulla fascia sinistra, arriva sul fondo liberandosi di Filosa e cedendo palla a Grassi che da solo in area spreca un’occasione incredibile per portarsi in vantaggio sparando alto sulla traversa. Al 42’ altro gol mancato degli ospiti: Carfora riceve palla da Grassi a centrocampo e di esterno lancia Arrighini. La prima punta ospite si allunga leggermente il pallone e si addormenta sullo stesso permettendo a Leuci di intervenire in presa. Primo tempo che si conclude con il Pontedera continuamente pericoloso in contropiede e Martina poco incisivo in avanti anche sulle palle inattive. La ripresa parte con un’iniziativa di Arrighini sulla sinistra che cede all’accorrente Carfora. Leuci interviene in due tempi sul tiro rasoterra. Al 4’ ancora ottimo Arrighini a proporsi con un bel cross dalla sinistra. Ortolan colpisce di testa in area e costringe Leuci a distendersi e deviare in angolo. Leuci si supera anche qualche secondo dopo su un tiro a botta sicura di Regoli da distanza ravvicinato.

Al 6’ primo cambio: Provenzano per Memolla nel Martina. Al 15’ arriva il regalo del direttore di gara: Regoli entra in area dalla sinistra e, secondo l’arbitro, viene toccato da Filosa e Gambuzza. Il fallo appare inesistente a tal punto che i tifosi attendono l’ammonizione del giocatore ospite e invece il Sig. Ceccarelli regala un rigore che Grassi mette a segno spiazzando Leuci. La risposta del Martina è veemente ma scomposta, in sottofondo le urla continue del pubblico contro la terna arbitrale per il torto subìto. Gambino al 20’ toglie letteralmente la palla dai piedi di Ancora che era di fronte alla porta. Il suo destro è lento e Leone non ha problemi ad intervenire. Al 30’ il Martina è anche sfortunato: spiovente dalla tre quarti agganciato da Mangiacasale al limite destro dell’area piccola. Tiro di prima intenzione che scheggia la traversa ed esce. Al 34’ Di Meo si gioca la carta Lattanzio in luogo di Filosa, il tutto per tutto. Al 36’ Arrighini da solo prova il destro su cui Leuci si oppone, un minuto prima Mangiacasale non è convinto su un rasoterra dal limite.

Daleno per Ancora è il cambio della disperazione così come il servizio in torsione di Mangiacasale per il colpo di testa ravvicinato di Scarsella che trova pronto Leone, seppure su azione viziata da fuorigioco. Al 47’ Leone è miracoloso su Gambino che a due passi dalla porta toglie letteralmente dalla rete una sforbiciata devastante di Gambino. Termina così un incontro che ha visto il Martina soccombere a una squadra ordinata e propositiva, un Pontedera che, comunque, ha avuto la meglio grazie a un contestatissimo rigore che farà parlare in settimana.

MARTINA FRANCA– DI PONTEDERA 0-1

MARTINA FRANCA (4-4-2): Leuci, Dispoto, D’Addato, Filosa, Gambuzza, Scarsella, Mangiacasale, Marsili, Gambino, Ancora (44’st Daleno), Memolla (6’st Provenzano). All. Di Meo. A disp.: Perina, De Lucia, Bagaglini, Falagario, Lattanzio.
PONTEDERA (5-3-2): Leone, Ortolan, Regoli, Gonnelli, Vettori, Capitanio, Esposito (24’st Pezzi), Caponi, Arrighini, Grassi (41’st Cherillo), Carfora (32’st Verruschi). All. Indiani. A disp.: Bibba, Di Noia, Fedi, Gregorio.

Reti: 15’st Grassi (rig, P).

Ammoniti: Dispoto (M), Gambino (M), Gambuzza (M), Capitanio (P). Espulso: Nessuno. Angoli: 7-1. Recupero: 1’, 5’.
Note: Spettatori 1100 circa di cui circa 30 provenienti da Pontedera. Al 12’st allontanato dalla panchina dirigente locale. Al 44’ allontanato Mister Di Meo.
Arbitro: Sig. Gianluca Ceccarelli di Rimini. Assistenti: Sigg.ri Luca Colatriano di Pescara e Giuseppe De Filippis di Vasto.

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it