Is Arenas: Cagliari-Juventus a forte rischio

Stagione travagliata per le partite casalinghe del Cagliari: dopo l’ultimatum arrivato giovedì dalla prefettura, che concedeva 30 giorni per completare i lavori di messa a norma dell’impianto, è arrivato un nuovo stop da parte del comune.
L’amministrazione comunale di Quartu  ha rilasciato nel tardo pomeriggio di ieri il seguente comunicato stampa: “A seguito dell’ultima riunione della commissione di vigilanza sul pubblico spettacolo, che ha ribadito le carenze dell’impianto sotto il profilo della sicurezza, l’amministrazione comunale ritiene non sussistano più le condizioni per procedere all’autorizzazione per l’utilizzo della struttura di Is Arenas”. In base a questo l’ultima partita del 2012, Cagliari-Juventus, risulta essere a forte rischio.
In precedenza il segretario generale del comune Nicoletta Orna aveva sottolineato le inadempienze della società in una lettera inviata alla dirigenza della squadra sarda: “Si rappresenta che, stante la mancata conclusione dell’attività istruttoria della competente Commissione provinciale di vigilanza per il pubblico spettacolo è impossibile accogliere la richiesta di licenza d’uso dello stadio comunale “Is Arenas” così come formulata. A tal proposito… si ricorda che al momento l’impianto sportivo non dispone di agibilità“.
Una vicenda che ha inasprito ulteriormente i già logorati rapporti tra amministrazione comunale e Cagliari Calcio, il presidente Cellino ha voluto sfogarsi a mezzo stampa :“Il Comune è fermo, non fanno più niente. Ho dovuto interrompere i lavori per la main stand, gli sky box e la zona ristorazione“.
Ora  è corsa contro il tempo per completare i lavori entro il 21 dicembre (impresa ardua visto lo stato attuale di “Is Arenas”); in caso contrario l’alternativa più probabile rimane  la sospensione della partita, con tutti i disagi che comporterebbe a tifosi e società.

 

Condividi
Ventiduenne bresciano fedele alla Juventus fin dalla nascita, le sue passioni sono lo sport e la musica rock. MondoPallone è la sua prima esperienza nel mondo del giornalismo sportivo.