Coppa Italia Femminile: il Verona supera a fatica il Mozzanica

Verona e Mozzanica si affrontano per la seconda volta in dieci giorni ma stavolta la posta in palio è molto più alta: il passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia Femminile. Vince il Verona per 2-1 in una partita combattuta con un rigore e un espulso per parte. Ora il Bardolino Verona incontrerà nei quarti il Brescia che ha battuto il Como ai calci di rigore.

L’allenatore del Verona Longega schiera la stessa formazione che sabato scorso si è imposta a valanga sul campo della Lazio e le gialloblù mantengono da subito una certa supremazia nel possesso palla, anche se non si registrano nei primi minuti occasioni da rete vere e proprie.
La prima occasione è targata Mozzanica e capita al 24’ quando Tarenzi di prima intenzione tira a botta sicura da distanza ravvicinata trovando la miracolosa deviazione della Ohrstrom. La stessa numero nove lombarda ci riprova poco dopo quando, favorita da un rimpallo, si presenta tutta sola in area ma spedisce il pallone clamorosamente a lato.

La risposta scaligera arriva poco dopo con Cristiana Girelli che conclude alto sull’uscita del portiere e con la Gabbiadini che al 35′ chiama alla parata Gritti. La stessa Gabbiadini ci riprova poco dopo ma da due passi spara sull’esterno della rete. Allo scadere del prim tempo il primo episodio dubbio: il Verona usufruisce di un calcio di rigore generosamente concesso dal direttore di gara per una caduta di Carissimi e dagli undici metri Cristiana Girelli non fallisce la trasformazione. Si va al riposo sul risultato di 1 a 0.

In apertura di ripresa mister Longega mette in campo Di Criscio al posto della Maceri e il Verona prova a fare sua la partita al 12′ quando Girelli impegna severamente con una bordata da fuori area il portiere ospite Gritti che si salva in calcio d’angolo. E’ solo il preludio al raddoppio del Verona che avviene al 25’ con Carolina Pini che, in mischia, controlla e trova lo spiraglio giusto per battere Gritti dal limite dell’area piccola.

Il direttore di gara a questo punto decide di dimostrare a tutti che è in una giornataccia: prima non vede una trattenuta sulla Gabbiadini lanciata a rete e subito dopo concede un calcio di rigore molto dubbio al Mozzanica espellendo una incredula Karlsson. Dagli undici metri trasforma Piva riaprendo il match. Il signor Degli Esposti di Bologna chiude il quadro lasciando dieci anche il Mozzanica espellendo la neo entrata Bianchi per una spinta alla numero uno scaligera Ohrstrom. La partita si chiude sul 2-1 per il Verona.

VERONA – MOZZANICA 2-1 (1-0)

VERONA: Ohrstrom, Squizzato (68’ Gelmetti), Toscano Aggio, Carissimi, Karlsson, Maceri (46’ Di Criscio), Toselli, Gabbiadini, Zorri, Girelli, Pini. A disposizione: Tasselli, Maffezzoni, Capelloni, Gelmetti, Di Criscio. Allenatore: Renato Longega.
MOZZANICA: Gritti, Dossi, Spinelli, Nasuti, Rizzon, Locatelli, Piva, Mauri, Tarenzi, Piccinno, Tonani (62’ st. Asperti). A disposizione: Orlando, Asperti, Bianchi, Pagliari, Di Zinno, Garavelli.Allenatore: Paolo Fracassetti.
ARBITRO: Simone Degli Esposti di Bologna, assistenti Citterio e Meneghello
RETI: 45’ Girelli (rig.) (VE), 70’ Pini (VE), 35’ Piva (rig.) (MO)
AMMONITE: Carissimi (VE), Karlsson (VE), Locatelli (MO).
ESPULSE: 80′ Karlsson (VE), 88′ Bianchi (MO)

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile. Email: spellone@mondosportivo.it