L’UE volta pagina: i Mondiali 2014 saranno trasmessi in chiaro

Ha dell’incredibile la vicenda che ha come protagonisti i Mondiali di calcio del 2014. I diritti TV sono già stati venduti a Sky per la modica cifra di 175 milioni di euro, ma l’avvocato generale presso la Corte di giustizia europea, Niilo Jaakinen, dopo aver valutato i ricorsi di FIFA e UEFA, ha dichiarato quanto segue: “Quando queste competizioni sono considerate eventi di primaria importanza sociale dai paesi, questi possono imporre la trasmissione su una rete in chiaro, allo scopo di garantire l’accesso a un ampio pubblico“.

Il parere non è vincolante, ma resta comunque autorevole, e la consuetudine vuole che vengano rispettate queste opinioni. Sarebbe un colpo tremendo sia per le pay tv, sia per la FIFA che la UEFA, che dalla vendita dei diritti ricavano molti soldi.

Condividi
Nato a Genova nel maggio 1992; è un appassionato di calcio, basket NBA e pallavolo (sport che ha praticato per molti anni). Frequenta la facoltà di Scienze Politiche, indirizzo amministrativo e gestionale. Email: alelli@mondosportivo.it