E’ successo in Europa: l’Anderlecht è una furia, la Steaua non conosce ostacoli

Jupiler Pro League (Belgio), 19/a giornata – Uno scatenato Mbokani, autore di tre delle cinque reti con cui l’Anderlecht affonda il Mons, permette alla formazione di Bruxelles di mantenere la testa della classifica della Jupiler Pro League belga. Dimostrazione di forza dei biancomalva, che conservano i sei punti di vantaggio sulla seconda in graduatoria, lo Zulte-Waregem, che soffre sul campo del Kortrijk, ma alla fine riesce a vincere 2-1. In terza posizione si affaccia il Genk, che cala il poker contro il modesto Lierse e scavalca il Lokeren, sconfitto dal Mechelen. Detto del roboante 7-1 con cui il Club Brugge si è sbarazzato del Beerschot, in zona retrocessione si fa sempre più complicata la situazione per l’altra formazione di Bruges, il Cercle; i neroverdi non vanno oltre l’1-1 casalingo contro l’Oud-Heverlee, guadagnando un solo punto sulla penultima, il citato Lierse. Sorride invece il Waasland-Beveren, che batte all’inglese il Gent e risale al terzultimo posto.

PER RISULTATI E CLASSIFICA DELLA JUPILER PRO LEAGUE CLICCA QUI

Super League (Grecia), 14/a giornata – Spettacolo e grandi emozioni ad Atene, dove andava in scena il super derby della capitale greca tra Panathinaikos ed Olympiakos, una classicissima del calcio ellenico. Alla fine nessuna delle due formazioni è riuscita a prevalere, dando vita ad un emozionante 2-2 finale; un punto che consente alla squadra del Pireo di mantenere la vetta di classifica, anche se le lunghezze di vantaggio sulla seconda scendono ad otto, visto che il PAOK Salonicco riesce a battere di misura il Levadiakos e a rosicchiare qualcosa ai biancorossi. Perde terreno, invece, l’Asteras Tripolis, blccato sull’1-1 interno dall’Aris Salonicco. Poche novità in coda, dove l’AEK Atene perde la nona gara stagionale e rimane ultimo da solo, a meno un punto dal terzetto formato da Veria, Kerkyra e il citato Aris Salonicco. Una classifica comunque molto corta, che potrà lasciare spazio a continue sorprese.

PER RISULTATI E CLASSIFICA DELLASUPER LEAGUE CLICCA QUI

Liga I (Romania), 19/a giornata – In Romania era il gran giorno dello scontro diretto tra la Steaua Bucarest e l’Astra Giurgiu, prima contro seconda in classifica; una partita che avrebbe potuto riaprire un campionato che, invece, fa registrare la vittoria dei capitolini, che superano 2-0 gli ospiti portando a più dieci il vantaggio in graduatoria. Un risultato reso ancora più significativo dai pareggi delle altre inseguitrici, il Vaslui ed il Pandurii, che, forse, danno il via libera definitiva alla conquista del titolo da parte della Steaua. Giornata da dimenticare, invece, per le altre due formazioni della capitale: il Rapid viene sconfitto 3-2 in casa dall’Otelul Galati, mentre la Dinamo non va oltre l’1-1 sul campo del pericolante Iasi. Nella zona rossa della classifica sorride solamente il Drobeta Turnu Severin, unica delle squadre in lotta per non retrocedere a vincere; un 2-1 interno che consente ai gialloblu di agganciare all’ultimo posto il Gloria Bistrita che fa 0-0 nello scontro diretto con l’Universitatea Cluj.

PER RISULTATI E CLASSIFICA DELLA LIGA I CLICCA QUI

Super Lig (Turchia), 15/a giornata – Il Galatasaray vince senza grossi problemi la partita contro il Sivasspor e mantiene intatta la leadership della Super Lig turca. C’è anche la firma del solito Burak Yilmaz nel 3-1 con cui i giallorossi espugnano il campo avversario, rispondendo al 2-1 con cui il Fenerbache si sbarazza dell’Isanbul; sono due ora i punti di vantaggio dei campioni di Turchia in carica sui gialloblu, che apprfittano del mezzo passo falso interno del Besiktas per scavalcarlo e agguantare il secondo posto. Bianconeri che, dal canto loro, non vanno oltre un emozionante 2-2 casalingo con l’ostico Eskisehirspor. In coda, l’Akhisar Belediye rimane ultimo, ma non ha disputato la sua partita contro l’Antalyaspor, o meglio, la gara è stata sospesa al 17′ del primo tempo. Sorride invece l’Elazigspor che grazie ad una rete di Kaloglu batte nello scontro diretto il Mersin, portandosi a quota 15 punti e staccando gli avversari di turno.

PER RISULTATI E CLASSIFICA DELLA SUPER LIG CLICCA QUI

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.