Coppa Italia, la Roma con un tondo 3-0 batte l’Atalanta e passa ai quarti

Finisce con il risultato di 3-0 la sfida tra Roma e Atalanta valevole per i quarti di finale di Coppa Italia. Giallorossi avanti nel torneo. Orobici fuori, ma con la consapevolezza di aver giocato col massimo dell’impegno.

Roma padrona: Zeman, sempre fedele al suo 4-3-3, decide di schierare una Roma non lontana da quella che si vede solitamente in campionato. Stekelenburg fa il suo rientro tra i pali, Burdisso e Romagnoli centrali di difesa con De Rossi dal primo minuto a centrocampo. Davanti spazio al giovane Lopez con Destro ed Osvaldo.
Dalla parte opposta Colantuono decide di non operare turnover e schiera i suoi con un 4-4-1-1. Denis sarà l’unica punta con Carmona a sostegno.
Comincia la gara con la Roma molto più propositiva degli avversari. De Rossi, che gioca come regista, smista palloni in profondità per gli scatti degli esterni offensivi e prova a timbrare il cartellino all’8′ con una punizione facile preda di Consigli. L’Atalanta non riesce ad opporsi agli avversari ed al 13′ trema quando Destro, su cross di Balzaretti, sfiora il vantaggio di testa. Ma al 21′ la Roma passa. Pjanic prova il destro dalla distanza, Consigli va sul pallone con poca convinzione e lascia passare la sfera. 1-0 per la Roma. Gli orobici cercano immediatamente il pari con Cigarini, ma il tiro del centrocampista termina a lato di un niente. I padroni di casa decidono, quindi, di riprende il dominio della gara e alla mezz’ora raddoppiano con Osvaldo che su imbeccata di Destro beffa Consigli con un leggerissimo tocco di sinistro. Ma che errore di Consogli, che sbaglia l’uscita non aggredendo il pallone. 2-0 Roma. Sul finire di primo tempo l’Atalanta prova il forcing offensivo ma non riesce a creare particolari fastidi alla retroguardia giallorossa.

Destro per la sicurezza: Nella ripresa Colantuono decide di provare la svolta sostituendo De Luca con Cigarini e modificando il modulo in un 4-4-2. Ma la musica non cambia ed al 51′ la Roma cala il tris. Pjanic, che riceve palla da De Rossi, vede e serve Destro sul filo del fuorigioco; controllo e tiro di precisione sul secondo palo del numero 22 che vale il terzo gol. Due minuti più tardi ci prova anche Piris, ma il suo tiro viene deviato in angolo da Consigli. Al minuti 55 la Roma rimane in 10 uomini per l’espulsione di Osvaldo. Gomitata in area ai danni di Matheu che il signor Russo punisce con un rosso diretto. L’Atalanta trova coraggio e forte dell’uomo in più cerca di riacciuffare la Roma. Al 63′ è Matheu a rendersi pericoloso con un colpo di testa che Stekelenburg toglie dall’incrocio dei pali salvando il risultato. Ora la Roma cerca di mantenere il pallone e far trascorrere il tempo senza rischiare troppo. L’Atalanta non rinuncia a provarci ed all’82’ va vicina al gol con un colpo di testa ravvicinato di Parra, ma Stekelenburg si esalta e sventa la minaccia. Ottima parata dell’estremo difensore olandese che vuole dimostrare di essere tornato in gran forma. Pochi minuti dopo ci prova anche Cazzola, ma il suo destro è impreciso e termina a lato.

Triplice fischio: Termina così la gara. La Roma regola l’Atalanta per 3-0 e si aggiudica il passano ai quarti di Coppa Italia. La squadra di Zeman conferma il suo ottimo periodo di forma e soprattutto la voglia di Zeman di portare a casa il trofeo. Colantuono non ha nulla da recriminare ai suoi, che hanno giocato una buona gara. Ed ora i capitolini dovranno aspettare che venga giocata Udinese-Fiorentina per sapere quale sarà l’avversaria nei quarti.

ROMA-ATALANTA: 3-0
Roma (4-3-3): Stekelenburg, Piris, Romagnoli, Burdisso, Balzaretti (76′ Dodò), Bradley, De Rossi, Pjanic, Destro (62′ Marquinho), Osvaldo, Lopez. A disp: Totti, Lobont, Perrotta, Castan, Tachtsidis, Goicoechea, Florenzi, Marquinhos. All: Zeman.
Atalanta (4-4-1-1): Consigli, Raimondi, Lucchini, Matheu, Brivio, Schelotto, Cigarini (45′ De Luca), Cazzola, Moralez (73′ Troisi), Carmona, Denis (54′ Parra). A disp: Frezzolini, Bellini, Manfredini, Biondini, Ferri, Polito, Radovanovic, Ferreira Pinto, Scozzarella. All: Colantuono.
Marcatori: 21′ Pjanic (R), 30′ Osvaldo (R), 51′ Destro (R).
Ammoniti: Pjanic (R) – Raimondi e Moralez (A).
Espulsi: 55′ Osvaldo (R) per gomitata ai danni di Matheu.
Arbitro: Russo.

Condividi
Nato a Catanzaro il 10 dicembre 1987, vive a Roma dove studia Scienze della comunicazione. Appassionato di football americano e calcio, ha collaborato ai programmi radiofonici "E il pallone lo porto io" e "Snap Magazine".