Calcioscommesse: la disciplinare boccia la richiesta di Gianello

Matteo Gianello, implicato nello scandalo del calcioscommesse in merito alla tentata combine di Sampdoria-Napoli del 16/05/2010, aveva chiesto di patteggiare una pena di un anno e quattro mesi al procuratore federale Stefano Palazzi. E’ arrivato, però, il “no” secco da parte della Commissione Nazionale Disciplinare, la quale replica così: “L’istanza non può essere accolta in quanto non emergono elementi di collaborazione fattiva tali da consentire l’applicazione dell’articolo 24″.

Sono state, invece, accolte le altre richieste: Dario Passoni (4 mesi di squalifica), Federico Cossato (9 mesi di stop), Gianfranco Parlato (2 mesi), AlbinoLeffe (5000 euro di ammenda) e Aversa (100 euro di ammenda).

Condividi
Nato a Gaeta nel 1988. Appassionato di (grande) calcio, ma anche di molti altri sport. Dopo aver calpestato svariati campi di terra ed erba, ha deciso di tentare la sua prima avventura in una redazione.