Basket Femminile, A1: Parma espugna Taranto (52-58)

Continua anche in terra tarantina il volo del Lavezzini Basket Parma che espugna con una prova esaltante il PalaMazzola della GoldBet campione d’Italia in carica col punteggio di 52 a 58 (32-28).

Harmon ancora miglior marcatrice con 15 punti, seguita a ruota a 14 da Kireta, ma forse è Zara la regina della serata coi suoi 13. E la Final Four di Coppa Italia è un pizzico ancor più vicina e sarebbe un risultato esaltante per la compagine del Presidente Bertolazzi e della vice Tarroni. Coach Procaccini deve rinunciare nel quintetto partente ad il suo capitano Mariachiara Franchini a causa di un infortunio ad un dito della mano sinistra occorsole in allenamento e quindi schiera dall’inizio Zara, Harmon, Simeonov, Kireta e Corbani. Ed è proprio lei a muovere con prepotenza lo score al terzo minuto del primo quarto con due canestri consecutivi dopo che le due formazioni, partite in evidente apprensione sbagliavano tiri in sequenza anche facili. Ma sarà l’asso israeliano Liron Cohen a rispondere a dovere il minuto seguente e da lì in poi sarà battaglia punto a punto con leggera prevalenza delle ducali per la prima frazione (12 a 13) e tarantina nella seconda.

Infatti, negli spogliatoi le due compagini, che occupano il terzo posto in classifica appaiate, scendono sul punteggio di 32 a 28 con un ottima Kireta. 11 punti per lei nei primi 20 minuti. Fra le pugliesi, oltre a Cohen, è l’ex Nicole Antibe a segnare con maggiore fluidità (8 punti). Alla ripresa delle ostilità la GoldBet prova ad allungare e di fatto lo scatto le riesce fin sul 38 a 31, ma la tripla di Simeonov al 24’ rimette la sfida, un vero e proprio spareggio per le prime quattro posizioni, in equilibrio. Poi è il momento della principessa dei parquet Zara: 5 punti consecutivi ed il terzo quarto si fissa sul 42 a 40. L’ultimo quarto parte all’insegna della ex Mahoney: 45 a 40 con un tiro da tre. Ma ancora Zara, con l’ausilio di Ajdukovic riportano Parma sotto: 45 a 44. Ancora Mahoney, ribatte Harmon che come al solito nel finale di gara entra in scena alla grande. Al 37’ è sorpasso: 47 a 48. Ci sono ancora tre minuti ad altissima tensione. Interminabili, con il Lavezzini che non molla la testa, resta sempre avanti di un incollatura come il miglior purosangue. Taranto sbaglia l’insbagliabile. Harmon e compagne non perdonano: al 38’ siamo al massimo vantaggio parmense col 47 a 53. C’è ancora da soffrire: 52 a 55 prima dell’ultimo giro d’orologio.

La neozelandese del Lavezzini chiude la pratica in Puglia col 52 a 58 che vale, al momento la qualificazione alle finali della coccarda tricolore. Ci sono ancora però due sfide importanti. Prima Umbertide e poi a Priolo appena prima delle vacanze natalizie.

Domenica prossima, infatti, al PalaCiti arriva l’Acqua&Sapone Umbertide, l’ex squadra di Zara. Salto a due per il decimo turno d’andata alle ore 18,00.

GOLDBET TARANTO-LAVEZZINI PARMA 52-58
Taranto: Cohen 13, Siccardi 4, Mahoney 14, Giauro, Petronyte 7; Gatti 4, Banditelli ne, Zanoni ne, Antibe 8, Wabara 2. All. Ricchini.
Parma: Zara 13, Franchini, Simeonov 5, Kireta 14, Harmon 15; Battisodo 5, Panza ne, Corbani 4, Montanari ne, Ajdukovic 2. All. Procaccini.
Arbitri: Pisoni di Milano e Scudieri di Treviso.
Parziali: 12-13, 32-28, 42-40
Note: T2 GoldBet 16/41, Parma 16/28; T3 GoldBet 4/13, Parma 3/10; TL GoldBet 8/10, Parma 17/22

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it