Derby spettacolo a Manchester: all’Etihad Rooney e Van Persie stendono il City

In una parola stratosferico derby di Manchester. Lo United vince 3-2 una partita rocambolesca decisa da Robin Van Persie al 91′ dopo la remuntada del City firmata da Yaya Touré e Zabaleta. Gli uomini di Sir Alex Ferguson salgono così a +6 sui cugini iniziando ad abbozzare un primo tentativo di fuga.

BUM BUM ROONEY – Avvio di gara in discesa per il City che prova subito ad indirizzare la partita sui propri binari. Possesso palla e verticalizzazioni improvvise per gli uomini del Mancio che schiera titolari Mario Balotelli al fianco di Aguero ritrovando anche David Silva come faro del centrocampo Citizenz. Proprio Balotelli ci prova al 6′ su calcio di punizione, deviato in corner da De Gea, poi al 12′ al volo di destro ma l’italiano spedisce alto sopra la traversa.
Sembra il preludio ad un dominio costante del City che però non ha fatto i conti con la voglia di rivincita del numero 10 avversario, un giocatore straordinario come Wayne Rooney. Al 15′ parte un contropiede fulmineo dello United, Evra si sgancia sul settore di sinistra, palla centrale per Rooney che chirurgicamente incrocia con il destro, Hart è immobile ed è 1-0 per i Red Devils. Iniziano dunque le difficoltà per Mancini che al 21′ è costretto anche a fare a meno del capitano, Vincent Kompany, per un problema muscolare, al suo posto Touré. Aguero prova a caricarsi sulle spalle i suoi al 23′; azione personale dell’argentino che sfonda centralmente poi prova a piazzare, debolmente però, la sfera sul secondo palo trovando De Gea attento e sicuro. Rooney è dappertutto, fa tutte e due le fasi con una sagacia tattica impressionante, e al 29′ va di nuovo a colpire nel cuore della difesa del City; assist arretrato di Rafael e l’ex Everton con il destro batte Hart, 2-0, e 150esimo gol in Premier League per il numero 10 del Manchester.
Padroni di casa in evidente difficoltà nel finale di tempo; l’unica azione degna di nota è la combinazione veloce tra Silva e Balotelli con quest’ultimo che offre a Barry ma il sinistro dell’ex Aston Villa termina lontano dallo specchio della porta difesa da De Gea. Il primo tempo si chiude così 2-0 per gli ospiti.

REMUNTADA? SI, FINO A PROVA… VAN PERSIE – Tutt’altra sfida nella ripresa all’Etihad. Mancini cambia uno spento Balotelli inserendo Tevez mentre Ferguson è costretto a fare a meno di Evans, al suo posto Smalling. Il City è arrembante mentre lo United punge soltanto in ripartenza ma qualcosa comincia a scricchiolare. Al 56′ ci prova Aguero a giro, fuori di poco, poi è Ferdinand a salvare poco più tardi su Tevez dopo il tiro cross di Nasri. Si gioca di fatto in una bolgia e a cavallo tra il 59 e il 60′ cambia la partita; Van Persie si libera di due uomini, poi con il destro a giro centra il palo, Young mette dentro il tap in ma il gol è annullato per posizione irregolare, che assolutamente non c’era. Sul capovolgimento di fronte De Gea salva più volte i suoi su Silva e Tevez ma non può nulla sul diagonale destro di Yaya Touré che riapre i giochi siglando il suo primo gol in Premier in stagione.
Grazie alla mossa Tevez il City è tutta un’altra cosa e al 78′ Silva rischia di completare una fantastica remuntada se non fosse per lo strepitoso gesto istintivo, con la spalla, di De Gea che devia quel tanto che basta il pallone sulla traversa e l’azione sfuma. Il City insiste, la partita è bellissima, esce anche l’infortunato Yaya Touré per Dzeko, spesso l’uomo della provvidenza per il Mancio, che invece sarà Pablo Zabaleta che con la fascia da capitano all’86’ mette dentro il gol del pari, 2-2, con un gran bel destro dopo la corta respinta della difesa ospite.

Ma il derby ha ancora un ultimo sussulto; quando tutto lascia presagire che sia il City a poter completare l’opera, al 91′ Van Persie decide l’incontro. Calcio di punizione per l’ex Arsenal, sinistro velenosissimo, deviato anche dalla barriera, e palla che si infila all’angolino, 3-2 per lo United, tre punti e la gloria di questo spettacolare derby di Manchester. Durante l’esultanza dei giocatori ospiti, un tifoso del City lancia una monetina che colpisce Rio Ferdinand. Il colpevole viene subito catturato dagli stewards dello stadio e il centrale inglese, fortunatamente, rimedia solo un fastidioso taglio al sopracciglio. Qui il video.

MANCHESTER CITY – MANCHESTER UNITED 2-3

Manchester City: Hart, Zabaleta, Kompany (21′ K. Touré), Nastasic, Clichy, Silva, Touré (84′ Dzeko), Barry, Nasri, Aguero, Balotelli (52′ Tevez). A disp.: Pantilimon, Lescott, Maicon, Javi Garcia. All.: Roberto Mancini.
Manchester United: De Gea, Rafael, Ferdinand, Evans (49′ Smalling), Evra, Valencia (85′ Jones), Carrick , Cleverly (88′ Welbeck), Young, Rooney, Van Persie. A disp.: Johnstone, Scholes, Giggs, Hernandez. All.: Alex Ferguson.
Arbitro: Martin Atkinson.
Marcatori: 16′ e 29′ Rooney (U), 60′ Yaya Touré (C), 86′ Zabaleta (C), 91′ Van Persie (U).
Note: Ammoniti Nasri, Yaya Touré, Tevez (C), Ferdinand, Rooney (U).

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it