Basket, A1 Donne: Preview Taranto-Parma

Appuntamento da cerchiare nel calendario, mancano poco più di 24 ore. Taranto è pronta ad ospitare la formazione di Parma, in quella che a detta di molti può essere la gara più importante della settimana. Mentre va avanti ed entra nel vivo l’iniziativa benefica per la raccolta fondi con Telethon, il PalaMazzola ospiterà quello che resta uno “spareggio” per l’accesso alla Final Four di Coppa Italia. Pubblichiamo la preview a cura dell’ufficio stampa del club tarantino. 

Il primo obiettivo della stagione bussa alla porta della GoldBet Taranto. Domani, alle ore 18 al PalaMazzola, il nono turno dell’A1 di basket femminile pone di fronte alle campionesse d’Italia la Lavezzini Parma, una diretta concorrente per l’accesso alla final four della Coppa Italia, che si terrà a marzo 2013 e sarà disputata tra le prime classificate al termine del girone di andata.

La verità sulle qualificate è racchiusa nelle ultime tre giornate dell’anno. Parma in casa, Pozzuoli fuori e infine Lucca in casa. Questo è il trittico per Taranto, che già domani ha l’occasione di distanziarsi dalla diretta concorrente emiliana, coinquilina della terza fila assieme ad Umbertide a 10 punti. A 14 la capolista Schio ha già in tasca la qualificazione, Lucca è nella final four con un piede e domani proverà a chiudere l’affare battendo Pozzuoli a domicilio. Match molto possibile per Umbertide, che ospita Chieti.

QUI TARANTO. Nuova settimana di emergenza in casa GoldBet, “ma con il grande spirito di lavoro che ha contraddistinto la mia squadra” evidenzia il coach rossoblù Roberto Ricchini. Il commissario tecnico part-time della Nazionale, che dal 10 al 12 dicembre lavorerà con le azzurre nel raduno di Orvieto sulla via di “Euro 2013”, pone l’accento sull’opera svolta al PalaMazzola dopo il successo ottenuto una settimana fa a Chieti: +24 contro un avversario inferiore ma tignoso rispetto alla Lavezzini. Ricchini la considera “molto pericolosa, perché ha delle lunghe di valore come Kireta ed Harmon e può contare su esterne sorprendenti come Slavcheva e Zara. E’ una partita per noi importante, perché in palio ci sono punti necessari per la Coppa Italia”.

In settimana Ricchini ha lavorato senza Zanoni, che dopo l’impiego di domenica scorsa ha evidenziato la riapertura dello strappetto al bicipite femorale della coscia sinistra. Domani l’ala milanese, che ha un passato a Parma (come Antibe), non potrà offrire il suo contributo nel match. In panchina c’è la giovane Banditelli, tesserata per colmare l’assenza di Panella, ora impegnata nella fase post operazione al ginocchio. A riguardo Ricchini è chiaro: “Stiamo cercando una giocatrice sul mercato per allungare il settore delle esterne, attualmente limitato nelle rotazioni”. Nell’attesa di un eventuale acquisto il tecnico si concentra sul match con Parma, dicendosi “fiducioso della personalità della mia squadra, che in queste settimane è cresciuta”. I primi posti individuali nella realizzazione del tiro da 2 di Gintare Petronyte a livello assoluto (70.3%) e di Liron Cohen dalla lunga distanza (51.6%), sono per l’allenatore rossoblù “due esempi di una crescita collettiva, frutto della chimica raggiunta attraverso svariati giorni di lavoro, ma che ha ancora ampi margini di miglioramento”.

I numeri della GoldBet in A1: 3° posto a 10 punti (5 vinte, 2 perse); 1° attacco (70 punti), 5^ difesa (60.3); 6° attaccante Petronyte (14.4), 13^ rimbalzista Mahoney (7).

QUI PARMA. La Lavezzini Parma, dopo sette partite e 5 vittorie, si mostra come una delle protagoniste del campionato. Il coach Mauro Procaccini, alla terza stagione e mezzo sulla panchina gialloblù, sta solcando la via della continuità, contando su sei giocatrici che conoscevano già il suo “credo” cestistico: le play Zara (ritorno dopo il biennio ad Umbertide) e Battisodo, le guardie Franchini e Corbani, l’ala Slavecheva Simeonov ed il centro Kireta. New entry le due lunghe Harmon (sin qui positiva (14.7 punti e 10.8 rimbalzi) e Ajdukovic (4.3+3.6).

Sinora Parma ha vinto con Faenza, Schio, Cagliari, Chieti e Pozzuoli. Battuta invece alla “prima” da Orvieto (-3) ed alla “settima” in casa da Lucca (-11). Sin qui ha funzionato nel marchingegno di Procaccini il settore delle lunghe, che contribuisce al 54.1% del fatturato offensivo. Altalenante il rendimento delle “piccole” Zara, Franchini, Battisodo e Slavcheva Simeonov. La vera forza sin qui evidenziata è stata l’altezza: la media di 187.7 centimetri della Lavezzini è uno dei dati di pregio della squadra emiliana.

I numeri di Parma in A1: 3° posto a 10 punti (5 vinte, 2 perse); 4° attacco (64.1), 4^ difesa (57.7); 4° attaccante Kireta (15.1), 1^ rimbalzista Harmon (10.8).

LE FORMAZIONI:

Goldbet Taranto: Cohen, Siccardi, Mahoney, Giauro, Petronyte; Gatti, Banditelli, Zanoni, Antibe, Wabara. All. Ricchini.

Lavezzini Parma: Zara, Franchini, Simeonov, Kireta, Harmon; Battisodo, Montanari, Corbani, Fatadey, Ajdukovic. All. Procaccini.
Arbitri: Pisoni di Milano e Scudieri di Treviso. Inizio della partita alle 18.

INFORMAZIONI MEDIA. Aggiornamento statistico “live” e diretta radio-streaming con collegamenti da Chieti sul sito della LegA www.legabasketfemminile.it. Aggiornamenti periodici del match sul canale Twitter ufficiale del Cras Basket Taranto https://twitter.com/#!/CrasBasktTaranto e sul canale ufficiale Facebook.

Diretta streaming agli indirizzi www.livestream.com/cras_basket_taranto
 e www.justin.tv/crasbaskettaranto
Cronaca e interviste nel dopo match sul sito ufficiale del Cras www.tarantocrasbasket.com

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it