Basket, A1 Femminile: Parma-Pozzuoli 95-54

Foto Stefano Benassi e Basket Parma Femminile

Un vero e proprio rullo compressore il Lavezzini Basket Parma quest’oggi (Domenica, ndr) che fa di un sol boccone il povero malcapitato Pozzuoli. Il punteggio finale parla chiaro: 95 a 54 è una vera e propria batosta quella inflitta alle campane, mai in partita stasera. S’incomincia con un sette a zero marcato Franchini, Zara e Kireta che di li a poco diventa 14 a 2 grazie anche alla prima tripla di Simeonov (saranno poi 2 alla fine). Inizia a segnare a raffica anche Harmon che alla fine reciterà ben 29 punti personali, 75 % al tiro e 31 punti di valutazione. Un plebiscito la sua elezione a MVP della partita. Nel finale di primo quarto è un monologo il suo con 5 conclusioni positive consecutive. 25 a 14 è il primo parziale.

Le prime fasi del secondo periodo sono nel segno di Corbani che allunga sul 31 a 14. Poi arriva il primo dei falli antisportivi fischiati alle crociate. Il primo discutibile a Zara a 5’ e 51” dalla sirena dell’intervallo. Al sesto la seconda tripla di Simeonov porta le ducali al 40 a 20 ed i minuti finali della frazione sono tutti di Kireta. Il pivot croato mette a segno 9 punti intervallati solo dalla “bomba” di Franchini. 55 a 26 all’intervallo lungo. Pozzuoli, che oggi faceva esordire la nuova statunitense Greene non può nulla contro questo Lavezzini e deve subire ancora al rientro in campo. 66 a 29 in un battito di ciglio. Harmon, in questo quarto, fa la differenza con 14 punti. Nel finale del terzo quarto viene fischiato un fallo tecnico per proteste all’allenatore flegreo Scotto. All’ultimo miniriposo siamo sul 79 a 42.

I dieci minuti finali cominciano con un parziale di 0 a 5 per il Pozzuoli, ma è solo un fuoco di paglia. Escono per aver commesso il quinto fallo in rapida successione Ajdukovic e Koop, mentre viene fischiato un fallo antisportivo a Greene. Sul punteggio di 83 a 47 coach Procaccini, quando siamo a metà dell’ultima frazione, decide di dare spazio alle giovanissime della rosa parmense e fa entrare prima Montanari e poi Fatadey. Per loro dapprima una vera ovazione del pubblico del PalaCiti, sempre numerosissimo nonostante il blocco del traffico cittadino, e poi un vero spettacolo in campo. Infatti, le due classe ‘95 giocano bene ed esaltano la platea segnando pure. Rispettivamente 2 e 4 punti.

Una vera emozione per tutto lo staff dirigenziale e tecnico vedere due ragazze che si destreggiano con talento in una partita di Serie A al loro debutto. Nel finale, ormai poco combattuto c’è l’ennesimo fischio per un fallo antisportivo fischiato dalla coppia arbitrale. Tocca a Corbani assumerselo quando mancano poco più di 2 minuti alla fine. Sul 95 a 54 e con 20 secondi ancora da giocare e palla in mano Procaccini fa un cenno evidente al suo play Battisdodo: basta così per oggi può bastare. Il pubblico è in festa e tutto in piedi ad applaudire sui secondi finali. E adesso si va a Taranto, dove sarà tutta un’altra musica a suonare, ma con dei solisti come quelli visti in campo oggi in maglia gialloblù, tutto è possibile….

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it