Due “Destri” e Perrotta stendono il Siena. La Roma espugna il Franchi 3-1

Il Siena, dopo il passaggio del turno in Coppa Italia, vuole vincere anche in campionato. La Roma vuole dare continuità alle due vittorie consecutive contro Torino e Pescara per non perdere il passo dalla zona Europa.

Vantaggio Siena: Cosmi opta per un 3-4-3. Pegolo tra i pali, Neto e Felipe a proteggerlo insieme a Contini. Calaiò unica punta con Rosina e Valiani pronti ad inserirsi nei possibili spazi che la retroguardia giallorossa potrebbe lasciare agli avversari. Zeman, come sempre fermo sulle proprie idee, mette in campo il solito 4-3-3. Goicoechea ancora titolare per l’infortunio di Stekelenburg. A centrocampo fa il suo rientro sulla mediana il greco Tachtsidis con Bradley e Florenzi ad agire sulle fasce. In attacco non ci sarà Osvaldo ,out per problemi fisici riscontrati nella riscaldamento, al suo posto Pjanic con Totti e l’ex Destro.
La Roma entra in campo con una marcia in più rispetto ai Toscani e dopo 12 minuti va vicina al vantaggio con Castan, ma lo stacco di testa del brasiliano non è preciso e finisce altro sopra la traversa. Ci prova anche Florenzi due minuti più tardi, ma Pegolo è attento e mette in corner il tiro del centrocampista giallorosso. Ma nonostante ciò è il Siena a sfruttare al meglio le occasioni ed al 24′ passa in vantaggio sugli sviluppi di un corner. Neto, che di ruolo fa il difensore, salta più in alto di tutti e di testa mette il pallone alle spalle di Goicoechea. Il Siena adesso è fiducioso e cerca il secondo gol, ma al 26′ Rosina è impreciso e spreca un’occasione d’oro da ottima posizione. Al 34′ la Roma si rivede in fase offensiva con Destro che conquista una punizione dal limite dell’area, sul pallone ci va capitan Totti che prova la botta potente, ma Pegolo ha i riflessi prontissimi e chiude lo specchio. Finisce così il primo tempo con il Siena in vantaggio.

Ribaltone giallorosso: La Roma torna in campo con la stessa grinta dei primi minuti di gara e sfiora due volte il vantaggio: dapprima con Destro che si vede deviare il tiro in calcio d’angolo e successivamente con Balzaretti che calcia alle stelle. Il Siena non riesce ad opporre resistenza alle manovre giallorosse, così decide di chiudersi in difesa e non cedere spazi per proteggere il vantaggio. Ma al 62′ gli uomini di Cosmi cadono sotto i colpi insistenti della Roma, ed a punirli è proprio Mattia Destro con il classico gol dell’ex. Florenzi dalla sinistra mette in mezzo un pallone invitante che Destro , posizionato nel cuore dell’area avversaria, non deve far altro che depositare in rete. Pareggio ora tra le due squadre con la Roma che si prende di coraggio e vuole vincere. Al 72′ è Pjanic ad andare vicinissimo al vantaggio, ma il suo tiro viene deviato e scivola in corner sfiorando il palo alla sinistra di Pegolo. Zeman vede la possibilità di portare a casa i tre punti e decide di mettere mano alla panchina sostituendo Tachtsidis con Perrotta. Ed il centrocampista ex Chievo gli da ragione. Dopo soli 4 minuti dal suo ingresso in campo Perrotta sfrutta un’errore della difesa senese e con un destro preciso batte Pegolo. 2-1 per la Roma quando il cronometro segna il minuto 82. Il risultato del primo tempo è stato ribaltato. Adesso la Roma viaggia sulle ali dell’entusiasmo ed in pieno recupero (92′) mette fine alla partita con il terzo gol. Totti dalla destra da l’imbeccata a Pjanic che riceve e cambia gioco sulla sinistra dove trova Destro, l’attaccante della nazionale controlla e con un diagonale di sinistro sigla la sua doppietta personale.
Finisce così al Franchi, con la Roma determinata a vincere a tutti i costi. Il Siena, dopo un buon primo tempo, perde grinta e decide di difendere il risultato piuttosto che incrementarlo.

SIENA-ROMA: 1-3
Siena (3-4-3): Pegolo, Neto, Contini, Felipe, Sestu, Vergassola, Bolzoni, Rubin, Valiani (76′ D’Agostino), Rosina (58′ Reginaldo), Calaiò (85′ Larrondo). A disp: Paci, Farelli, Mannini, Del Grosso, Ze Eduardo, Rodriguez, Verre, Marini. All: Cosmi.
Roma (4-3-3): Goicoechea, Piris, Marquinhos, Castan, Balzaretti, Bradley, Tachtsidis (82′ Perrotta), Florenzi (90′ Marquinho), Totti, Pjanic, Destro. A disp: Lobont, Burdisso, Osvaldo, Dodò, Svedkauskas, Lopez, Romagnoli. All: Zeman.
Marcatori: 24′ Neto (S), 62′ Destro (R), 86′ Perrotta (R), 92′ Destro (R).
Ammoniti: Felipe e D’Agostino (S) – Tachtsidis e Destro (R).
Espulsi: Nessuno.
Arbitro: Mazzoleni.

Condividi
Nato a Catanzaro il 10 dicembre 1987, vive a Roma dove studia Scienze della comunicazione. Appassionato di football americano e calcio, ha collaborato ai programmi radiofonici "E il pallone lo porto io" e "Snap Magazine".