Premier League, 15/a giornata: colpo Swansea all’Emirates, pari City, lo United allunga in vetta

Sabato di sorprese e risultati scioccanti, nella 15a giornata di Premier League. Apre la gara dell’ora di pranzo, ad Upton Park, dove il West Ham rimonta e vince 3-1 contro il Chelsea. Un risultato pesante per Benitez, che continua a incontrare qualche problema nella sua nuova avventura con i Blues e ulteriore terreno perso dalla vetta.

Un pari di poca qualità tra QPRAston Villa, 1-1, che forse scontenta tutti. Per i Villains è un punto che può comunque servire per la classifica, mentre per gli ‘Rs continua l’attesa per la prima vittoria stagionale e Harry Redknapp si trova di fronte a un impegno molto complicato per cercare di invertire la rotta della squadra londinese, ancora ultima in classifica.

Molto importante, invece, la vittoria dello Stoke City di Tony Pulis, che va a strappare i 3 punti al The Hawthorns, battendo 1-0 il West Brom. Calo fisiologico in atto per la squadra di Steve Clarke, dopo lo straordinario cammino delle prime 13 giornate, mentre per i Potters il gol partita di Whitehead permette di salire a 22 punti in classifica, all’ottavo posto, a -3 dalla zona Champions.

Sul fronte delle grandi, luci e ombre. Detto del crollo del Chelsea, arriva anche quello dell’Arsenal che riesce nell’impresa di buttare via la partita nel finale: 2 gol concessi al sempre più positivo Swansea di Michael Laudrup e una gara piuttosto equilibrata si trasforma in un pessimo 0-2 interno. Situazione critica per i Gunners: solo 5 punti di distacco dal quarto posto ma decimo posto in graduatoria e calo vistoso nelle ultime giornate che non fa ben sperare in vista del periodo invernale. Per lo Swansea, invece, continua la buona stagione (settimo posto, 23 punti, ndr), con la conferma del bomber Michu, vero gioiello del mercato estivo per i cigni gallesi.

Il Manchester City non riesce a piegare l’Everton e viene fermato sull’1-1 in casa. La squadra di Moyes continua a vestire i panni della solidità e passa in vantaggio con Fellaini alla mezz’ora. Il City reagisce e trova il pari con il rigore di Tevez, ma nella ripresa la gara non si sblocca e agli attacchi dei padroni di casa rispondono sempre le pericolose ripartenze dell’Everton, per una gara che si chiude con un giusto pareggio.

In uno scenario, quindi, dove rallentano in molte, le due vittorie di LiverpoolTottenham assumono un’importanza ancora maggiore. Il Liverpool riesce a ottenere un 1-0 di grande solidità e applicazione, in casa contro il Southampton, con il gol decisivo di Agger. Una prestazione generale ottima della squadra di Rodgers, che sembra inizi a trovare degli automatismi importanti anche se manca ancora il “peso” offensivo che Suarez da solo non può garantire. Vince, e convince, anche il Tottenham, 3-0 al Craven Cottage contro il Fulham, in una partita mai in discussione, con rete di Sandro e doppietta di Defoe, che si conferma in un ottimo periodo di forma.

Nella gara “serale” fuochi d’artificio tra Reading Manchester United. Per gli uomini di Sir Alex Ferguson era un’occasione perfetta per allungare in vetta alla classifica ed è stata colta al volo. Primo tempo incredibile al Madejski Stadium, con 7 gol in un’altalena continua. Il Reading passa con Robson-Kanu, reazione United con Anderson e Rooney per l’1-2 ospite, poi due volte Royals con Le Fondre e Morrison e nuovamente Manchester avanti con Rooney e van Persie. Ancora una volta il pallottoliere tra le mani per seguire una partita del Reading, dopo l’incredibile gara di Coppa di Lega contro l’Arsenal del 30 ottobre scorso. Un secondo tempo più “scarico” nei ritmi, il Manchester United regge i tentativi di rimonta del Reading e porta a casa i 3 punti che vogliono dire primato confermato e piccolo allungo a +3 sui cugini del City.

Sabato
West Ham-Chelsea3-1 (13′ Mata (C), 63′ C. Cole (W), 86′ Diame (W), 90′+2 Maiga (W))
Arsenal-Swansea: 0-2 (88′ e 90’+1 Michu)
Fulham-Tottenham: 0-3 (56′ Sandro, 73′ e 77′ Defoe)
Liverpool-Southampton: 1-0 (43′ Agger)
Manchester City-Everton: 1-1 (33′ Fellaini (E), 44′ rig. Tevez (M))
QPR-Aston Villa: 1-1 (8′ Holman (A), 19′ Mackie (Q))
WBA-Stoke City: 0-1 (75′ Whitehead (S))
Reading-Manchester United3-4 (8′ Robson-Kanu (R), 13′ Anderson (M), 16′ rig. e 30′ Rooney (M), 19′ Le Fondre (R), 23′ Morrison (R), 34′ van Persie (M))

Domenica
Norwich-Sunderland2-1 (8′ Bassong (N), 37′ Pilkington (N), 44′ Gardner (S))

Lunedì
Newcastle-Wigan3-0 (13′ rig. e 21′ Ba, 71′ Bigirimana)

PER CONSULTARE LA CLASSIFICA DELLA PREMIER CLICCA QUI

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.