NFL:Tragedia in casa Chiefs

Non è una giornata felice per i Kansas City Chiefs ed i propri tifosi. Intorno le 14 italiane (le 8 negli USA) il giocatore Jovan Belcher si è tolto la vita con un colpo di pistola. Secondo quanto detto dalla polizia di Kansas City, il ragazzo avrebbe dapprima ucciso la propria fidanzata in un zona residenziale della città ed in seguito, recatosi al centro di allenamento degli Chiefs, si sarebbe suicidato davanti agli occhi del suo coach e di alcuni membri dello staff tecnico. Jovan Belcher aveva solo 25 anni, e dal 2009 giocava come Linebacker per i Kansas City Chiefs.
Un brutto colpo per la squadra del Missouri e per la NFL tutta, che purtroppo non è nuova a notizie del genere.

Condividi
Nato a Catanzaro il 10 dicembre 1987, vive a Roma dove studia Scienze della comunicazione. Appassionato di football americano e calcio, ha collaborato ai programmi radiofonici "E il pallone lo porto io" e "Snap Magazine".