Leonardi: “La sfida con la Lazio? è come tornare indietro nel tempo”

Lazio-Parma non sarà una partite come tutte le altre per il direttore generale degli emiliani Pietro Leonardi, romano di nascita e tifoso dei biancocelesti sin dall’infanzia, come lui stesso ha dichiarato oggi ai microfoni di Personal Press Agency: “Ogni volta che torno a Roma è sempre una grande emozione. Quando incontro la Lazio, è come se tornassi indietro nel tempo. La passione per il calcio la devo a mio padre e alle domenica allo stadio a seguire la Lazio. Sono state due componenti fondamentali per la mia formazione. Questa sfida, però per me, non è affatto un derby.”

Leonardi ha confermato la sua fiducia a Roberto Donadoni, il tecnico che in ottobre ha prolungato il suo contratto e domani festeggerà la sua 200^ panchina in carriera: “C’è una grande sinergia qui. Domadoni è molto contento di gestire e comandare l’area tecnica”. Il Parma viene da un buon momento dopo la vittoria casalinga con l’Inter. Il 2011, però, è stata un’annata stregata per quanto concerne le partite contro la Lazio; il bilancio complessivo è di due sconfitte patite senza segnare reti. La compagine capitolina all’Olimpico ha concesso poco in questa prima parte della stagione ed è il club che si esprime meglio tra le mura amiche dal punto di vista realizzativo. Gli uomini di Donadoni avranno dunque il compito di interrompere questo tabù e mantenere positiva la striscia di risultati utili.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.