Le pagelle di Juventus-Torino. Super Marchisio, pazzia Glik

Il Torino parte bene, poi viene tradito da Glik, espulso. Con i granata in 10, la Juve dilaga e trova la vittoria grazie ai protagonisti torinesi: Claudio Marchisio e Sebastian Giovinco, due piccoli “canterani” di Torino.

JUVENTUS

Buffon 6: Parate facili e una serata tutto sommata tranquilla.

Lichtsteiner 6: Torna titolare dalla partita con l’Inter. Duttile e utile nella difesa a 3 e a 4. Si concede anche qualche licenza offensiva.

Barzagli 6.5: Non si smentisce mai. Granitico e insuperabile. Respinge Bianchi con facilità irrisoria.

Bonucci 5.5: Qualche chiusura degna di nota la fa pure, ma è sempre inspiegabilmente troppo narcisista.

De Ceglie 6: Alterna giocate buone a giocate da rivedere. Ci prova comunque con qualche cross interessante. (Asamoah 6: entra per partecipare alla festa).

Pogba 7: Uomo ovunque. Certo, fallisce qualche gol di troppo, ma penalizzarlo per questo sarebbe diabolico.

Pirlo 5: Che succede? Errore di battitura? Purtroppo no. In una serata perfetta per i colori bianconeri è il metronomo Pirlo a sbagliare tutto, rigore compreso. E Salas se la ride.

Marchisio 8: Non a caso è uno dei migliori dell’anonima prima frazione. Conferma la sua incredibile forza con due gol e un assist, bastano? Sì, e avanzano.

Giaccherini 5.5: Evidentemente fuori ruolo a destra. Rimane negli spogliatoi a fine primo tempo. (Bendtner 6: Cerca il primo gol come un ossesso, ma non è ancora giunto il suo momento. Ne avrà altri prima di gennaio?).

Vucinic 6.5: Mezzo voto in meno solo per aver provato quell’insulso pallonetto nel finale. Per il resto, si sa, è l’uomo in più dei bianconeri.

Giovinco 6.5: Al netto dell’assist e del gol, non un ottima prestazione. Però quel che conta, in questo sport, sono soprattutto i numeri. (Matri sv).

All. Alessio/Conte 7: Pur di non dare spazio a Lucio, si va per la difesa a 3. Scelta comunque condivisibile. E fruttuosa. Ottimo l’inserimento di Bendtner, anche se la partita è messa in discesa da Glik.

TORINO

Gillet 6: Nel primo tempo gioca a “calcio saponato”. Forse nella ripresa cambia i guanti ed evita ai suoi un passivo maggiore.

Darmian 6: Discorso che si deve fare preventivamente per ogni giocatore del Torino: c’è un pre e post Glik. Annienta Giovinco nel primo tempo, poi non può nulla.

Ogbonna 6: Il vero regista della squadra è lui. Decisamente un giocatore con un gran futuro davanti.

Glik 4.5: Stava giocando una partita meravigliosa, poi il buco nero, l’attentato alla gamba di Giaccherini e la frittata è fatta.

D’Ambrosio 5.5: Se la cava bene su Giaccherini, non su Giovinco. La ripresa è un incubo per lui.

Basha 5: Ottima partenza anche per lui, ma a fine partita è difficile spiegare come abbia potuto rimanere in campo per tutti i 90′. Troppo falloso.

Gazzi 5.5: Cento volte più pulito di Basha, ma si defila quando la nave affonda.

Cerci 6: Con De Ceglie non è difficilissimo imporsi, ma comunque disputa un primo tempo ottimo. Nella ripresa non può far nulla. (Sansone sv).

Bianchi 4.5: Impalpabile. Assente ingiustificato. Prova un tiro presuntuoso sprecando un contropiede. Non ci siamo. (Stevanovic sv).

Meggiorini 5.5: L’occasione che fallisce nel primo tempo è a metà tra la grande giocata e l’errore. Viene sacrificato dopo l’espulsione di Glik. (Di Cesare 5: Non il massimo entrare per assistere al dominio bianconero. Gli tocca).

Santana 6: Nessuno ha la palla di cristallo, ma le ali del Torino avrebbero potuto mettere in difficoltà la Juventus.

All. Ventura 6: Voto di stima. Anche se graziato da Pirlo, il primo tempo granata è ottimo. Per l’ennesima volta tradito da una decisione arbitrale: questa volta sacrosanta.

Condividi
Nato a Roma nel 1986, laureato in Management delle Imprese Sportive. Nella vita un solo obiettivo: raccontare lo sport; il calcio in particolare. Attualmente collaboratore di bettingisland.it e tuttochampions.it. Email: sgiovampietro@mondosportivo.it