Ligue 1: pareggio a reti bianche tra Ajaccio e Saint-Étienne

Il Saint-Étienne impatta ad Ajaccio e fallisce il provvisorio aggancio del Lione in vetta alla classifica. La squadra di Galtier, che raggiunge quota 26 punti, occupa ora la seconda piazza provvisoria, in compagnia del PSG e del Marsiglia, che avranno la possibilità di allungare a +3 in questo weekend. L’Ajaccio invece con questo punto raggiunge il Reims a quota 16 e rimane invischiato nelle zone basse della graduatoria.

IL MATCH NON SI SBLOCCA: L’Ajaccio opta per un 4-4-2 con Mutu ed Eduardo a comporre la coppia d’attacco, il Saint-Étienne invece deve rinunciare al suo bomber Aubameyang e quindi schiera Brandão unica punta. Il match comincia a ritmi molto alti, con le due squadre che si affrontano a viso aperto. Il primo squillo è dell’Ajaccio che con un rasoterra di Belghazouani impegna severamente Ruffier. Il copione del primo tempo si delinea presto: padroni di casa proiettati in attacco, ospiti pronti ad approfittare degli spazi in ripartenza. Adrian Mutu ed Eduardo non centrano il bersaglio di testa, ma sono gli uomini di Galtier a sfiorare il vantaggio con l’occasione più nitida del primo tempo: incursione di Hamouma che, dopo aver vinto un rimpallo, calcia a botta sicura, trovando però Poulard appostato sulla linea a salvare. Prima della fine della frazione, c’è ancora tempo per un tentativo da fuori di Gradel che si perde sul fondo. Alla fine del primo tempo, risultato fermo sullo 0-0.

RIPRESA STERILE: Le due squadre tornano in campo con gli stessi effettivi del primo tempo, ma si capisce subito che le due squadre hanno abbassato i ritmi. Gradel manda alto su punizione dopo tre minuti, poi più nulla. Le due squadre sonnecchiano e sbagliano palloni facili, tra l’insoddisfazione del pubblico che rumoreggia. L’Ajaccio a questo punto prova a gettarsi in avanti con maggior convinzione, ma gli ospiti si difendono con ordine e senza correre rischi. Ci provano Belghazouani e Brandão di testa, ma sono tentativi velleitari. L’unico vero brivido della ripresa arriva proprio nei minuti finali: palla vagante nell’area ospite e occasione d’oro per il neo entrato Sammaritano che però spedisce clamorosamente a lato, tra la disperazione del pubblico di casa. Finisce quindi 0-o , con il Saint-Étienne che mantiene la sua striscia positiva (i “verts” non perdono da settembre) e l’Ajaccio che muove la classifica con un punto importante.

AJACCIO-SAINT-ÉTIENNE 0-0
AJACCIO ( 4-4-2 ):
 Ochoa; Bouhours, Poulard, Medjani, Diawara; Diarra( 86′ Sammaritano ), Mostefa, Faty, Belghazouani; Eduardo, Mutu ( 62′ Cavalli ). A disp.: Oberhauser, Maire, Pierazzi, André, Lasne. All.: Dupont.
SAINT-ÉTIENNE ( 4-5-1): Ruffier; Clerc, Sall, Perrin, Ghoulam; Lemoine, Cohade ( 86′ Mayi ), Hamouma, Clément ( 73′ Guilavogui ), Gradel; Brandão ( 76′ Alonso ). A disp.: Moulin, Mignot, Brison. All.: Galtier.
Arbitro:  Mickaël Lesage
Note: Ammoniti: Nessuno

 

 

Condividi
Nato a Sora (FR) il 20 gennaio 1990, ma residente a Roma per motivi di studio. Appassionato di calcio italiano e internazionale, con un debole per le curiosità statistiche e i campionati scandinavi.