Barrientos inguaia il Catania: il Milan vince ancora

Doveva dare continuità il Milan di Allegri, e l’ha data, vincendo su uno dei campi più ostici della Serie A. Il Catania va in vantaggio, ma poi dopo il rosso di Barrientos e un errore arbitrale sul gol dell’1-1 indirizzano il match, che vede il trionfo dei rossoneri guidati dal solito El Shaarawy. La doppietta del numero 92 e il gol di Boateng fissano il risultato finale sull’1-3.

TALLONE D’ACHILLE- Il Catania ritrova Bergessio, ma perde Spolli, Gomez (squalifica) e Izco (infortunio). Il Milan risponde con la formazione che ha battuto la Juve, eccezion fatta per Acerbi in luogo dello squalificato Yepes. La partenza di Robinho & co. è buona e convincente, ma al primo affondo sono i padroni di casa a passare, sfruttando il vero tallone d’Achille della compagine milanese. Angolo perfetto di Lodi, Acerbi si perde Legrottaglie, che sigla il classico gol dell’ex. Tutti si aspettano la reazione rossonera, invece il Milan annaspa nelle sue solite difficoltà e incertezze. El Shaarawy si perde di fronte a un eccezionale Legrottaglie, e Constant e Acerbi per poco non combinano la frittata sul finire di tempo. L’ottimo De Sciglio, unico a salvarsi in un primo tempo mediocre, anticipa Castro prima che sia troppo tardi.

FOLLIA BARRIENTOS- La svolta della gara arriva al 49′. Barrientos, che già aveva preso un inutile giallo per simulazione, stende con un calcione Nocerino: per Orsato non ci sono dubbi. E’ secondo giallo e rosso per El Pitu. Nemmeno il tempo di riassestarsi, che Maran vede i suoi subire l’1-1. Ad opera di El Shaarawy, e chi sennò, che in spaccata gira in rete un cross di Boateng prolungato da Robinho. Macroscopico l’errore del guardalinee, visto che il tocco del brasiliano mette in fuorigioco netto il numero 92. Il Catania vede i fantasmi della gara contro la Juventus, si innervosisce e dopo soli 3 minuti capitola di nuovo. Questa volta è Boateng a pescare il jolly con un missile dal limite dell’area che non lascia scampo ad Andujar.

VALANGA MILAN- Il Catania è alle corde, e nel tentativo di acciuffare il pari, scopre il fianco alle ripartenze rossonere. Prima Alvarez salva su Nocerino lanciato a rete con un intervento rischioso in area, poi è Robinho, come suo solito, a divorarsi l’1-3 sparando alle stelle da posizione più che invitante. Il brasiliano non si smentisce e si ripete poco dopo calciando su Andujar; sulla ribattuta il neoentrato Emanuelson prende il palo a porta vuota. A farne le spese è il Boa, che si lascia andare al nervosismo e falcia da dietro Castro: rosso diretto per il ghanese. Ma il Milan, anche in parità numerica, ha la voglia e il merito di trovare il gol che chiude l’incontro, ancora con El Shaarawy, che disegna una parabola perfetta, imprendibile per Andujar, che bacia il palo e finisce nel sacco. Torna al successo esterno il Milan dopo 3 mesi, mentre il  Catania inanella il secondo 1-3 consecutivo. Che rimarrà a lungo sulla coscienza di Barrientos.

CATANIA-MILAN 1-3 (1-0)

CATANIA (4-3-3): Andujar; Alvarez, Legrottaglie, Rolin, Marchese; Salifu (71′ Paglialunga), Lodi, Almiron (71′ Bellusci); Barrientos, Bergessio (77′ Doukara), Castro. All: Maran
MILAN (4-3-3): Amelia; De Sciglio, Mexes, Acerbi, Constant; Montolivo (67′ Emanuelson), De Jong, Nocerino; Robinho (93′ Ambrosini), Boateng, El Shaarawy. All: Allegri
Arbitro: Orsato
Marcatori: 11′ Legrottaglie (C); 53′ El Shaarawy, 56′ Boateng, 92′ El Shaarawy (M)
Ammoniti: 41′ Barrientos, 86′ Bellusci, 94′ Rolin(C); 54′ El Shaarawy, 62′ Amelia (M)
Espulsi: 49′ Barrientos (C); 90′ Boateng (M)

Condividi
Nato a Roma nel 1986, laureato in Management delle Imprese Sportive. Nella vita un solo obiettivo: raccontare lo sport; il calcio in particolare. Attualmente collaboratore di bettingisland.it e tuttochampions.it. Email: sgiovampietro@mondosportivo.it