Serie A Femminile: il Riviera di Romagna prepara la sfida col Pordenone

La prova convincente di sabato ha rilanciato la Riviera di Romagna che, dopo i due ko consecutivi maturati contro Verona Bardolino e Mozzanica, sabato scorso è tornata al successo sul terreno della Lazio nella decima giornata di Serie A Femminile.

Il 3-2 finale non rende giustizia alla squadra romagnola, che ha avuto il solo demerito di non chiudere la partita quando poteva soffrendo di conseguenza nei minuti finali per il ritorno di una buona Lazio ordinata e ben organizzata fino al gol del 2-3 arrivato proprio al 90′: i tre punti conquistati sono preziosissimi sia per la classifica (che vede il Riviera di Romagna al quinto posto a -2 dal Verona Bardolino) che per ridare tranquillità e fiducia alla squadra in vista dei prossimi difficili impegni, a cominciare da quello di sabato allo Stadio “Massimo Sbrighi” di Castiglione di Ravenna contro il Graphistudio Pordenone, una neo-promossa in gran forma, forse la vera rivelazione di quest’inizio di campionato.

Ecco il commento del tecnico giallo-rosso-blù Antonio Censi sulla partita scorsa e su quella che attende il Riviera:

Sono molto soddisfatto per la vittoria di sabato. Quella contro la Lazio era una partita sulla carta alla nostra portata e siamo stati bravi ad affrontarla con il giusto atteggiamento, riuscendo a portare a casa tre punti importanti che ci servivano dopo due ko di fila: abbiamo disputato una buona gara, riuscendo a sviluppare bene il gioco e creando diverse opportunità da rete, ma dobbiamo ancora migliorare nell’attenzione, perché abbiamo preso due reti evitabili, in special modo la prima su calcio piazzato.

Il Pordenone è una formazione molto ben organizzata. Sabato affronteremo una squadra quadrata, che corre tanto e gioca bene, forse un po’ la sorpresa di quest’inizio di stagione in serie A, visto che sono una neo promossa: noi ci prepareremo al meglio per affrontare questo difficile impegno, sapendo che dovremo scendere in campo con il piglio giusto e giocare una gara di grande intensità per avere ragione di una formazione solida come il Pordenone.

Non si discosta dal pensiero del tecnico quello del presidente giallo-rosso-blù Dario Fantini:

Contro la Lazio abbiamo disputato una buona gara anche se in realtà siamo un po’ calati nel finale di gara, rischiando di pregiudicare quanto di buono fatto durante la sfida, che avremmo potuto e dovuto chiudere prima per le occasioni da rete create: la Lazio è una squadra giovane, che ha dimostrato di essere ben organizzata e ha tutte le carte in regola per centrare l’obiettivo salvezza. Sabato, invece, affronteremo il Graphistudio Pordenone, forse la sorpresa di questo inizio di stagione che da neo promossa sta disputando un ottimo campionato, avendo migliorato la rosa dello scorso anno con un paio di innesti di qualità: una partita difficile, che però abbiamo l’obbligo di provare a vincere, perché se vogliamo dimostrare di poter fare qualcosa di buono e valere la posizione in classifica che occupiamo, il quinto posto a -2 dal Verona Bardolino, bisogna cercare di vincere le partite contro le formazioni alla nostra portata.

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile. Email: spellone@mondosportivo.it