Il Lione cala il poker a Marsiglia e vola in testa

Una tripletta dell’incontenibile Gomis ed il sigillo di Malbranque mandano in vetta il Lione nel recupero della decima giornata di Ligue 1. Inutile il gol di Remy per il Marsiglia. Nel finale espulso Fanni nei padroni di casa. Il Lione, in virtu di questa vittoria, scavalca il PSG e il Marsiglia stesso, attestandosi in testa alla graduatoria in solitaria, con due punti di vantaggio sulle inseguitrici.

LIONE PADRONE DEL GIOCO: Il Marsiglia lascia in panchina Remy e si affida ad André Ayew come prima punta. Per il Lione c’è in campo Dabo sulla sinistra in difesa, preferito a Bastos. Al Lione bastano due minuti per sbloccare il punteggio: grande scatto in profondità di Gomis e a Mandanda non rimane altro da fare che stenderlo in uscita, provocando il calcio di rigore. Dal dischetto si presenta lo stesso attaccante che spiazza Mandanda e porta in vantaggio i suoi. Il Marsiglia sembra smontato per qualche minuto, poi al quarto d’ora reagisce, costruendo una splendida azione a destra sull’asse Cheyrou-Fanni, ma Vercoutre risponde da campione sul colpo di testa a botta sicura di J. Ayew. Dopo pochi minuti è ancora J. Ayew ad approfittare di un malinteso tra Réveillère e Vercoutre, ma viene fermato a pochi passi dal gol. La reazione del Marsiglia però si esaurisce qui ed è il Lione a riprendere quota con il passare dei minuti. Al minuto 33 arriva il raddoppio: fuga di Dabo sulla sinistra, palla al centro e stacco vincente di Gomis. Il Marsiglia è frastornato, il Lione riparte negli spazi. Prima della fine del primo tempo, ancora Gomis ha l’occasione di mettere in rete, ma N’Koulou sventa la minaccia. Si va al riposo con il Lione in doppio vantaggio grazie a uno straripante Gomis.

IL LIONE DILAGA: Baup prova a cambiare le carte in tavola inserendo Remy già dall’inizio della ripresa, ma il Lione ci mette due minuti a trovare il terzo gol con un’azione iniziata e conclusa da Malbranque che prima recupera palla nella trequarti avversaria e poi sul conseguente cross al centro trafigge Mandanda. A questo punto il Marsiglia si getta avanti senza però troppa lucidità ed il Lione implacabile si lancia negli spazi. Lacazette impegna severamente Mandanda, ma è ancora Gomis a centrare il bersaglio, dopo aver ricevuto in mezzo all’area un pallone delizioso da Réveillère. A questo punto finalmente il Marsiglia si rilancia in avanti, trovando il gol con Remy che raccoglie una corta respinta di Vercoutre. Ma è una magra consolazione: il Marsiglia perde anche Fanni espulso nel finale e lascia il campo sconfitto.

 

OLYMPIQUE MARSEILLE-OLYMPIQUE LYONNAIS 1-4
O.MARSEILLE ( 4-3-3 )
: Mandanda; Morel, N’Koulou, Diawara, Fanni; Cheyrou, Kabore ( 56′ Abdullah ), Barton (’46 Remy ); J. Ayew, A. Ayew, Valbuena ( 82′ Abdallah ). A disp.: Fabri, M’Bow, Mendes, Raspentino. All.: Baup

O.LYONNAIS ( 4-2-3-1): Vercoutre, Réveillère, Biševac, Umtiti, M. Dabo; Gonalons, Malbranque; Lacazette ( 74′ Bastos ), Grenier, Ghezzal ( 82′ Benzia ); Gomis. A disp.: Lopes, Monzon, Kone, Fofana, Mvuemba. All.: Garde
Marcatori: 2′ Gomis (R) (OL), 33′ Gomis (OL), 47′ Malbranque (OL), 72′ Gomis (OL), 78′ Remy (OM)
Arbitro: Clément Turpin
Note: Ammoniti: Mandanda (OM),Gonalons (OL), Gomis (OL).  Espulso: 80′ Fanni (OM)

 

Condividi
Nato a Sora (FR) il 20 gennaio 1990, ma residente a Roma per motivi di studio. Appassionato di calcio italiano e internazionale, con un debole per le curiosità statistiche e i campionati scandinavi.