Piccola Udinese, dilaga la Lazio: 3 a 0 facile all’Olimpico

La Lazio schianta l’Udinese in casa propria grazie alle reti di Gonzalez, Klose e Hernanes. Risultato senza appello e grande prestazione degli uomini di Petkovic, quasi perfetti nel primo tempo e bravi nella ripresa a mettere in naftalina il risultato. Udinese quasi inesistente, che si fa vedere solo con una traversa di Di Natale nel primo tempo.

Brkic ipnotizza Ledesma- Parte subito meglio la Lazio, che sin dai primi minuti pianta le tende nella metà campo avversario. Un destro alto di Candreva in apertura mette subito in chiaro le intenzioni della squadra di Petkovic, schierata come di consueto con il solo Klose in attacco sorretto da quattro centrocampisti offensivi. All’11 sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla destra Willians stoppa il pallone con il braccio e Calvarese assegna il rigore alla Lazio. Sul dischetto si presenta Ledesma, ma Brkic è bravo a neutralizzare un destro ben angolato ma debole.

Gonzalez porta in vantaggio la Lazio- L’errore dell’argentino sembra dare coraggio all’Udinese, che al 16′ sfiora il vantaggio con un calcio di punizione di Di Natale che si stampa sulla traversa. Ma è un fuoco di paglia: la Lazio continua a macinare gioco e al 17′ arriva il meritato vantaggio, con Gonzalez bravo a concludere nel migliore dei modi su assist di Mauri un’azione “da calcetto” della squadra bianco-celeste.

Klose non perdona- Il vantaggio non sembra cambiare l’inerzia del match: la Lazio continua a macinare gioco nonostante l’assenza del faro Hernanes, mentre l’Udinese non sembra in grado di reagire. Al 25′ Candreva si ritrova davanti a Brkic al termine di una lunga discesa, ma il portiere serbo è bravo a deviare in corner il suo sinistro. Il raddoppio è conseguenza legittima del dominio dei laziali: al 31′ ancora Mauri lancia Klose solo davanti al portiere: il tedesco mantiene il sangue freddo ed infila Brkic. Negli ultimi minuti del primo tempo l’Udinese sembra riguadagnare un po’ di coraggio, ma si rende pericolosa solo al 39′ con Coda che devia il pallone su deviazione di Marchetti da calcio di punizione di Di Natale.

Hernanes entra ed incanta- All’inizio del secondo tempo la Lazio sembra abbassare il ritmo, ma al tempo stesso tiene saldamente in mano le redini del gioco. Al 55′ Klose ha il tempo di calciare in area, ma la conclusione rimbalza sul corpo di Angella. Al 59′ Hernanes (subentrato ad Ederson) chiude la partita con un calcio di punizione perfetto dal limite dell’area, causato da un fallo di Coda su Klose.

Blindato il risultato, la Lazio abbassa notevolmente il ritmo del gioco, ma l’Udinese non appare in grado di riaprire la partita. Il resto del secondo tempo è poco più di una sgambata per gli uomini di Petkovic, che non rischiano mai di subire gol e che controllano agevolmente il risultato.

LAZIO-UDINESE 3-0 (2-0)
Lazio (4-1-4-1): 
Marchetti; Cavanda, Biava, Ciani, Radu; Ledesma (65′ Cana); Candreva (82′ Lulic), Gonzalez, Ederson (46′ Hernanes), Mauri; Klose. A disp.: Bizzarri, Carrizzo, Konko, Diakitè, Scaloni, Onazi, Kozak, Floccari, Rocchi. All.: Petkovic.
Udinese (3-5-1-1): Brkic; Coda (87′ Heurtaux), Danilo, Domizzi (24′ Angella); Pereyra, Willians (46′ Ranegie), Allan, Badu, Armero; Maicosuel; Di Natale. A disp.: Padelli, Pawlowsky, Faraoni, Gabriel Silva, Pasquale, Reinthaller, Zielinski, Gerardi. All.: Guidolin.
Arbitro: Calvarese di Teramo
Marcatori: 17′ Gonzalez (L), 31′ Klose (L), 59′ Hernanes 
Note: Ammoniti: Ledesma (L),  Coda, Maicosuel (U)

Condividi
Nato negli anni della grande Samp, appena un anno dopo lo scudetto targato Vialli&Mancini. Laureato in Scienze politiche all'università di Genova, ama scrivere di calcio e di politica. Email: llottero@mondosportivo.it