E’ successo in Europa: scivolone dello Steaua Bucarest, Galatasaray primo

Jupiler Pro League (Belgio), 17/a giornata – La capolista Anderlecht dimentica in fretta l’amarezza per l’eliminazione in Champions League patita contro il Milan, riprendendo la corsa solitaria in vetta alla classifica della Jupiler Pro League belga; la formazione di Bruxelles stravince 4-1 sul campo del Beerschot, rispondendo alla grande alle vittorie delle inseguitrici Zulte-Waregem e Lokeren, che passano entrambe in trasferta rispettivamente contro Gent e Mons. Continua la positiva cura Garrido al Club Brugge: i neroazzurri vincono la seconda gara consecutiva dall’arrivo del tecnico spagnolo, battendo di misura il pericolante Sporting Charleroi e rimanendo aggrappato alle squadre di testa. In zona retrocessione, nuova battuta d’arresto per l’altra formazione di Bruges, il Cercle, sconfitto 3-1 dal sorprendente Kortrijk; neroverdi che rimangono ultimi in classifica solitari, vista la bella vittoria in trasferta del Waasland-Beveren, che sale a quota 14, a meno uno dal citato Sporting Charleroi.

PER RISULTATI E CLASSIFICA DELLA JUPILER PRO LEAGUE CLICCA QUI

Super League (Grecia), 12/a giornata – Le attese della 12/a giornata della Super League greca vivevano tutte sullo scontro diretto al vertice tra PAOK Salonicco e Olympiakos; ebbene, tutto rimane come prima, visto che tra le due squadre è 1-1 alla fine di una partita tesa e incerta fino alla fine, ripresa dai padroni di casa a due minuti dalla fine. La squadra del Pireo mantiene così otto punti di vantaggio sugli avversari di turno e nove sull’Asteras Tripolis, che batte 2-1 il Panionios, nell’altra super sfida di giornata. I gialloblu scavalcano la formazione ateniese, insidiata ora dall’Atromitos, che batte di misura il modesto Xanthi addirittura al minuto 94. Detto della prima sconfitta per il nuovo Panathinaikos targato Rocha, in fondo alla classifica è notte fonda per l’AEK, battuto in casa dal Levadiakos e ultimo in classifica, a meno due da terzetto composto da Veria, Aris Salonicco ed il citato Xanthi.

PER RISULTATI E CLASSIFICA DELLASUPER LEAGUE CLICCA QUI

Liga I (Romania), 17/a giornata – Brutta sconfitta per la capolista Steaua Bucarest. I capitolini, al secondo ko stagionale, cadono 3-1 sul campo del Brasov, ma possono tirare un sospiro di sollievo, visto che la vice capolista Pandurii viene nettamente battuta dall’Astra Giurgiu, vera e propria sorpresa della stagione, che scavalca gli avversari di turno e riduce a meno sette il distacco dalla Steaua. Risalgono la classifica sia il Vaslui che i campioni di Romania in carica del CFR Cluj, mentre è stata una giornata a fortune alterne per le altre squadre di Bucarest, visto che la Dinamo del neo tecnico Muntenu ha vinto, mentre il Rapid non è andato oltre il pareggio contro il Ceahlaul. In coda alla classifica, piccolo passo in avanti per il fanalino Drobeta Turnu Severin, bloccato 2-2 in casa dal Viitorul Constanta. Un punticino rosicchiato nei confronti del Gloria Bistrita e dello Iasi, entrambe sconfitte.

PER RISULTATI E CLASSIFICA DELLA LIGA I CLICCA QUI

Super Lig (Turchia), 13/a giornata – Una rete di Kurtulus regala la vittoria sul fanalino di coda Elazigspor e il primato in classifica al Galatasaray; una vittoria incredibile, favorita anche dal rigore fallito a tempo scaduto dai padroni di casa, parato dall’ex calciatore della Juventus Felipe Melo, che aveva preso il posto del portiere Muslera, espulso a cambi terminati. Al secondo posto sale il Fenerbahce, che vince il suo incontro e scavalca l’Antalyaspor, fermato sull’1-1 sul campo del Bursaspor; risale la china anche il Besiktas, che batte 3-1 il modesto Akhisar e sale al quarto posto in graduatoria. In zona retrocessione, detto della sconfitta del citato Elazigspor, ultimo a quota 9 punti, grande passo in avanti per il Mersin, vincitore sul Karabukspor; la formazione rossoblu rimane al terzultimo posto, ma avvicina le squadre che li precedono.

PER RISULTATI E CLASSIFICA DELLA SUPER LIG CLICCA QUI

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.