Berlusconi: “Avanti con Allegri”. E su Pato…

La vittoria interna nel big match di ieri ha risollevato il morale in casa Milan. Battere la Juventus, partendo da sfavoriti, ha fatto ricredere anche Berlusconi sul futuro della sua squadra. Soltanto due giorni fa, infatti, parlava di un possibile tentativo per arrivare a Guardiola; mentre oggi, all’indomani dell’uno a zero rifilato ai bianconeri, conferma la sua fiducia ad Allegri. Con Allegri c’è sempre un ottimo rapporto sul piano personale. Ci sono state voci e storie che non corrispondono al vero. Guardiola ha dato vita a una squadra che ha prodotto il gioco migliore negli ultimi tempi. Nella storia tre squadre hanno espresso il gioco migliore: l’Ajax di Crujff, poi il Milan con il trio olandese e negli ultimi anni il Barcellona con il suo gioco entusiasmante. Ma noi continuiamo con questo allenatore“, spiega ai microfoni di Canale 5.

Poi, il Presidente si gode la vittoria e il suo Milan “fondato” sui giovani: “Mi sembra abbia cancellato un inizio di stagione che era prevedibile perché dopo 26 anni i giocatori migliori, campioni del mondo, per ragione di età sono andati via. Ora il Milan deve rimettersi su quel cammino puntando sui giovani ai quali bisogna dare tempo per affermarsi. Credo dobbiamo lavorare e in questo senso abbiamo un attacco che farà scintille, con Pato, quando tornerà, El Shaarawy e Bojan”.

Infine, proprio su Pato concentra la sua attenzione: “Non mi sono mai pentito di non averlo ceduto. Personalmente non mi è mai piaciuto Tevez e poi noi vorremmo fare una squadra di giovani, per iniziare un nuovo ciclo”. 

Condividi
Nato a Gaeta nel 1988. Appassionato di (grande) calcio, ma anche di molti altri sport. Dopo aver calpestato svariati campi di terra ed erba, ha deciso di tentare la sua prima avventura in una redazione.