Premier League, 13/a giornata: Manchester United in rimonta, pigro 0-0 Arsenal

Sabato di Premier League con molte emozioni, per l’avvio della 13a giornata di campionato. Il risultato più rilevante è la vittoria del Manchester United  in rimonta, 3-1 a Old Trafford contro il QPR. I londinesi, dopo l’esonero di Mark Hughes e la conferma di Harry Redknapp come sostituto (oggi in tribuna, ndr), erano passati addirittura in vantaggio con il gol di Mackie, confermando la classica tradizione che vede le squadre reagire in modo spesso positivo al cambio di allenatore. La solita reazione degli uomini di Sir Alex Ferguson, però, non si è fatta attendere e si è concretizzata in meno di 10 minuti: tra il 64′ e il 72′ tre gol e vittoria in cassaforte, con il primo posto (provvisorio) in classifica ritrovato.

Vittoria importante anche per lo Stoke City, 1-0 contro il Fulham in casa. 3 punti che risollevano il morale dei Potters dopo un periodo difficile, con una sola vittoria nelle ultime 6 gare. La classifica migliora per gli uomini di Tony Pulis, mentre per il Fulham una battuta d’arresto fastidiosa ma abbastanza indolore.

Emozioni al 90esimo – Nelle altre tre gare del primo pomeriggio, arrivano emozioni fino allo scadere: nella gara dell’ora di pranzo il WBA va a vincere con un esaltanta 4-2 sul campo del Sunderland, mostrando per l’ennesima volta quanto sia positivo il lavoro di Steve Clarke finora. Le reti di Long e Gera mettono subito in discesa la gara per i Baggies, il Sunderland tenta una rimonta ma viene puntualmente ricacciato indietro fino al quarto gol definitivo di Fortuné per gli ospiti, al 90′. Il West Brom è ora terzo in classifica, per una stagione che continua ad essere davvero esaltante.

Ancora più importanti i gol, sempre all’ultimo minuto, in Everton-Norwich e Wigan-Reading. A Goodison Park l’Everton trova il vantaggio con Naismith e lo difende per tutta la gara, fino al pareggio pesantissimo siglato da Bassong per gli ospiti. Un punto che rovina la festa dei Toffees, già pronti ad accorciare il distacco dal quarto posto, mentre regala conferme e fiducia al Norwich, arrivato ora al sesto risultato utile consecutivo.

Anche il Wigan arriva fino all’ultimo respiro per poter esultare. Partenza in salita, con il vantaggio Reading di Morrison, sale poi in cattedra Jordi Gomez con due gol che ribaltano il risultato e il terzo all’ultimo secondo che regala la vittoria ai suoi, dopo il momentaneo 2-2 ospite. Wigan altalenante ma sorprendente, vista la poca qualità in rosa, mentre per i Royals prosegue la stagione complicata e resta invariata la terz’ultima posizione in classifica.

Chiude il quadro del sabato un pigro pareggio 0-0 tra Aston Villa Arsenal. Sotto una pioggia battente, che condiziona in ogni caso la qualità del match, al Villa Park nessuna delle due squadre riesce ad emergere, con appena 1 vera occasione per parte e il punticino delude entrambe. L’Aston Villa resta bloccato nelle zone basse della classifica, mentre l’Arsenal non riesce a scalare marcia e rimane al sesto posto.

Sabato
Everton-Norwich: 1-1 (12′ Naismith (E), 90′ Bassong (N))
Manchester United-QPR: 3-1 (52′ Mackie (Q), 64′ Evans (M), 68′ Fletcher (M), 72′ Hernandez (M))
Sunderland-WBA: 2-4 (30′ Gera (W), 44′ Long (W), 73′ Gardner (S), 81′ rig. Lukaku (W), 87′ Sessegnon (S), 90′ Fortuné (W))
Stoke-Fulham: 1-0 (26′ Adam)
Wigan-Reading: 3-2 (35′ Morrison (R), 57′, 68′ e 90′ J. Gomez (W), 79′ aut. Al-Habsi (R))
Aston Villa-Arsenal: 0-0

Domenica
Swansea-Liverpool: 0-0
Southampton-Newcastle: 2-0 (35′ Lallana, 60′ Ramirez)
Chelsea-Manchester City0-0
Tottenham-West Ham: 3-1 (44′ e 64′ Defoe (T), 58′ Bale (T), 83′ Carroll (W))

PER CONSULTARE LA CLASSIFICA DELLA PREMIER CLICCA QUI

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.