Eugenio Corini: “Dobbiamo fare di più per salvarci”

Chievo-Siena, una sfida delicata al “Bentegodi” in chiave salvezza che Eugenio Corini, tecnico dei clivensi, ha voluto preparare con la massima attenzione: “Il Siena lavora con tanti giocatori sotto la linea di palla, con contrattachi rapidi e con un Calaiò che ha trovato la sua maturità definitiva, sia nel gioco aereo che attaccando la profondità. Poi hanno altri elementi in squadra molto importanti come Felipe, Neto, Pegolo per citarne qualcuno.”

Corini per domani dovrà dovrà vedersela con una lunga lista di assenze (Hetemaj, Vacek, Sardo, Papp e Frey): “Da quando sono qui ho visto dei miglioramenti. Sento parlare di bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto: io credo che questo bicchiere dobbiamo riempirlo. Questa squadra ha dato segnali di grande ripresa tornando al livello delle altre. Non vorrei ci dimenticassimo che con l’Udinese stavamo vincendo a un minuto dalla fine. Stiamo al livello delle nostre avversaria, ma dobbiamo fare di più per salvarci.”

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it