Brasileirão, 36/a giornata – Palmeiras, l’incubo si avvera: è Série B! São Paulo in Libertadores

Era nell’aria ormai da tempo, ma adesso è ufficiale: il Palmeiras retrocede per la seconda volta nella propria storia in Série B. A sancirlo la 36ª giornata della Serie A del Brasileirão che ha visto i Verdão pareggiare con il Flamengo e, complice il 2-2 tra Portuguesa e Grêmio, trovarsi distanti 7 punti dal quint’ultimo posto: troppi con solo due giornate da giocare. Umore diverso nella sponda Tricolor di San Paolo: grazie al successo sul Náutico, infatti, il São Paulo festeggia la qualificazione alla Copa Libertadores dopo due stagioni di assenza. Nelle retrovie si riapre la bagarre per la salvezza con lo Sport ora distante solo un punto dal Portuguesa e tre dal Bahia.

Prevedibile, ma non per questo meno doloroso: tra le lacrime i giocatori del Palmeiras salutano la Série A ed entrano, loro malgrado, nella storia ottenendo la seconda retrocessione nella Série B del club paulista, a dieci anni di distanza dalla prima. A condannarli definitivamente un gol di Vagner Love, l’ex che nove anni prima a suon di reti aveva riportato i Verdão nella massima categoria. L’1-1 siglato all’88’ di Flamengo-Palmeiras è co-protagonista nella sentenza finale: un verdetto che arriva poche ore dopo, mentre la squadra è di ritorno in pulman a San Paolo, complice il pari tra Portuguesa e Gremio che proietta la Lusa, attualmente quint’ultima in classifica, lontana 7 lunghezze dal Porco, troppe con solo due gare ancora da disputare. Il Palmeiras diventa così la seconda squadra, dopo la Juventude nel 1999, ad aver vinto la Copa do Brasil ed essere retrocessa in “Secundona” nella stessa stagione. Inutile per il team alviverde anche il cambio di coach, con l’esonero di Scolari a stagione in corso: la squadra di San Paolo si ritroverà quindi a disputare la Copa Libertadores, massima competizione sudamericana, dalla Série B brasiliana.

Con il Palmeiras, terza retrocessa matematica, a far compagnia a Figueirense e Atlético Goianiense, resta da decidere solo l’ultima squadra che saluterà la Série A: lo Sport, attualmente quart’ultimo, torna a sperare grazie al successo per 2-0 sul Botafogo. Si accorcia, infatti, il distacco con la Portuguesa, ora distante un solo punto dopo il pareggio casalingo con il Grêmio. Non bastano due reti di vantaggio alla Lusa per aggiudicarsi l’incontro: il Tricolor Imortal, grazie alle reti di André Lima e Zé Roberto, riagguanta il pari e si mantiene al secondo posto in classifica, l’ultimo valido per evitarsi i preliminari di Libertadores.

Tira un leggero sospiro di sollievo il Bahia che battendo il Ponte Preta per 1-0 scavalca il Portuguesa lasciando invariato il distacco di tre punti dallo Sport. Decisiva, per il club di Salvador, una rete di Neto all’80’. Restano ancora a rischio ma relativamente tranquilli Coritiba e Náutico, entrambi rimontanti e sconfitti per 2-1 da Vasco e São Paulo (da segnalare la splendida rete di Lincoln che ha regalato il momentaneo vantaggio del Coritiba).

Con questo successo il São Paulo ottiene così la certezza di disputare, dopo due anni di assenza, la Copa Libertadores (terzo e quarto posto qualificano per i preliminari, ndr). Nel giorno dell’esordio ufficiale di Ganso con la maglia del Tricolor paulista sono le reti del solito Luis Fabiano e del portiere-goleador Rogério Ceni a regalare vittoria e garanzia minima del quarto posto al club di San Paolo.

Continua il periodo no dell’Atlético Mineiro, alla quarta partita senza vittoria: nel 2-2 casalingo contro il fanalino di coda Atlético Goianiense, è anche poco fortunato il club di Belo Horizonte che coglie ben cinque i pali (tre colpiti da Ronaldinho), finendo per pareggiare solo al 90′ grazie a una rete dell’ex di Milan e Barça. Chiudiamo con i neo-campioni del Fluminense che, nel giorno dei festeggiamenti per il quarto titolo, vengono battuti in casa per 2-0 dal Cruzeiro. Una sconfitta che comunque non rovina la festa carioca, con gli “olè” e i cori costanti dei tifosi del Flu. Medesimo risultato di 2-0 anche nella vittoria del Santos sul Figueirense e di quella del Corinthians sull’Internacional.

La penultima giornata della Série A del Brasileirão si disputerà questo weekend: occhi puntati su Bahia-Náutico, Sport-Fluminense e Internacional-Portuguesa, tutti scontri che vedono coinvolte le squadre in lotta per la salvezza.

RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICA – 36ª GIORNATA

Santos-Figueirense 2-0
41′ Patricio Rodríguez (S), 63′ Felipe Anderson (S)

Coritiba-Vasco 1-2
9′ Lincoln (C), 22′ Romário (V), 57′ Nilton (V)

Bahia-Ponte Preta 1-0
80′ Neto (B)

Atlético Mineiro-Atlético Goianiense 2-2
3′ Rayllan (AG), 16′ Patric (AG), 19′ Réver (AM), 90′ Ronaldinho Gaúcho (AM)

São Paulo-Náutico 2-1
48′ Souza (N), 54′ Luis Fabiano (SP), 70′ rig. Rogério Ceni (SP)

Fluminense-Cruzeiro 0-2
23′ Montillo (C), 47′ Élber (C)

Flamengo-Palmeiras 1-1
62′ Vinícius (P), 88′ Vagner Love (F) – Espulso all’84’ Paulo Sérgio (F)

Portuguesa-Grêmio 2-2
52′ Moisés (P), 60′ Léo Silva (P), 73′ André Lima (G), 77′ Zé Roberto (G)

Internacional-Corinthians 0-2
45+2′ Paolo Guerrero (C), 90′ Edenílson (C)

Sport-Botafogo 2-0
57′ Gilberto (S), 89′ Henrique (S)

PER CONSULTARE LA CLASSIFICA DEL BRASILEIRÃO CLICCA QUI

Condividi
Nato a Porto San Giorgio nel 1983. Perito informatico all’ITIS di Fermo ed ex arbitro FIGC. Polemico per natura e critico per vocazione: esperienza nel giornalismo, “in progress”; passione per lo sport, tanta. Email: fdscafa@mondosportivo.it