Lega Pro, Seconda Divisione: Renate-Milazzo 0-0

Solo il gol. E’ davvero mancato solo il gol quest’oggi al Renate per accaparrarsi i tre punti contro il Milazzo. Per la verità, i ragazzi di Sala ne avrebbero anche segnati due ma il direttore di gara li ha annullati, uno dei quali in maniera davvero clamorosa. Buon gioco, azioni pericolose e tanto possesso palla hanno caratterizzato il match dei nerazzurri, un po’ meno bravi, in quest’occasione, sotto porta.

Al “Città di Meda” è subito il Renate che vuole far intendere bene le proprie intenzioni. Al 5’, lancio mancino di Cavalli per Zanetti che stoppa bene la sfera e la mette in mezzo per Gaeta. La difesa ospite lascia solo l’attaccante nerazzurro che però non riesce a trovare la via del gol sbagliando da due passi. Il Milazzo è ben piazzato nella metà campo difensiva provando ad uscire solo in qualche occasione. Al 12’ con un tiro da fuori di Suriano e poi al 15’ quando Santurro para senza patemi una conclusione al volo di D’Amico. I nerazzurri tessono le trame del gioco e due minuti più tardi provano a capitalizzare con Brighenti, bravo ad anticipare tutti su un calcio d’angolo di Cavalli ma il difficile tocco verso la porta si spegne a lato.

Allo scoccare della metà del primo tempo, ecco che tre episodi infiammano la partita. Lancio lunghissimo per Suriano sul quale Gavazzi si fa anticipare proprio dall’attaccante mamertino che viene però ipnotizzato da Santurro, il quale ribatte il tiro. Il pericolo viene poi sventato dallo stesso Gavazzi che recupera. Un minuto più tardi è invece il Renate a far tremare i siciliani. Conclusione di Zanetti che si stampa sul palo e secondo tentativo di Gaeta parato da Tesoniero. Nell’azione seguente, ancora pantere nerazzurre in avanti. Cross di Brighenti verso Zanetti, appostato in area di rigore. Il passaggio del bomber veronese viene però clamorosamente deviato in rete da Strumbo, che regala così il gol ai padroni di casa. Invece no perché, inspiegabilmente, il guardalinee segnala un fuorigioco inesistente ed annulla l’autogol. Una decisione francamente poco comprensibile.

Dopo questo episodio, le due squadre si spengono concentrando il proprio gioco soprattutto nella parte centrale del campo. In pieno recupero, cross basso di Suriano per D’Amico che ci prova in spaccata ma per fortuna non arriva all’appuntamento con il pallone. Nella ripresa, il Renate impiega qualche minuto a carburare ma quando lo fa non si allontana più dalla metà campo offensiva e cerca il gol in tutti i modi. Al 16’, Adobati mette in mezzo per Bergamini che stacca molto in alto ma l’apprezzabile tentativo non crea nessun pericolo. Al 20’ è ancora il Renate a reclamare su un episodio dubbio. Corner corto di Cavalli per Brighenti sul quale c’è l’intervento con la mano di Suriano che devia la sfera. Questo però è niente rispetto a quello che succede nell’azione successiva. Il bellissimo colpo di testa di Brighenti viene deviato sul palo interno da Tesoniero che poi blocca la sfera oltre la linea di porta. O meglio, sembrerebbe averlo fatto oltre la linea. Il guardalinee indica con il braccio sinistro la metà campo e l’arbitro concede il gol. I giocatori del Milazzo accennano una protesta e così il direttore di gara va a chiarirsi con il suo assistente. Decisione cambiata e altro gol annullato ai nerazzurri.

Nonostante sia il Renate sempre con la palla tra i piedi, al 40’ è il Milazzo a rendersi pericoloso con un tiro cross di Campanella sul quale non ci arrivano in scivolata due giocatori ospiti, soli all’interno dell’area piccola. Non è finita qui, perché nell’ultima azione offensiva del Renate, in pieno recupero, succede di tutto. Scodellata di Cavalli “in the box”, con Tesoniero che esce a vuoto. La palla arriva a Storani che la rimette in mezzo per Brighenti. Spizzata di testa del bomber che serve Zanetti sul secondo palo. Conclusione respinta da Pepe sulla linea ed ultimo tentativo di Gualdi che sfiora il palo. Purtroppo finisce così, con il riassunto della gara che si materializza in questa azione con tante occasioni che purtroppo non sono andate per il verso giusto.

Ai ragazzi di Sala non si può rimproverare niente con un punto che comunque è utile per muovere la classifica. La partita che ci aspetta sarà sicuramente difficilissima ma il Renate ha dimostrato che può tenere testa anche agli avversari più importanti. L’ultima parola la darà il campo.

Renate: Santurro; Adobati, Gavazzi, Bergamini, Morotti; Gualdi, Cavalli, Mantovani (dal 10’st Santonocito); Gaeta (dal 36’st Storani), Brighenti, Zanetti. A disposizione: Galli. R, Zita, Adorni, Galli. N, Montalbano. All: Sala

Milazzo: Tesoniero; Campanella, Pepe, Strumbo, Salustri; Simonetti, Cuomo, Campanaro; Lewandowski (dal 44’st Calcagno), D’Amico, Suriano (dal 25’st Pergolizzi). A disposizione: Previti, Francesa Gherra, Bellich, Maisano, Candia. All: Tudisco

Arbitro: Sig. Marco Zappatore di Taranto coadiuvato dai Sigg. Zinzi di Catanzaro e Meschi di Lecco

 

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it