Reti inviolate a Xanthi: finisce 0-0 il derby di Tracia

Torna sul palcoscenico principale il derby di Tracia, che non si vedeva da gennaio 2010, quando le due squadre impattarono 1-1. A Xanthi arriva un Panthrakikos che, contro l’Asteras Tripolis, ha centrato la prima vittoria della gestione Dermitzakis; al contrario, i padroni di casa hanno perso l’ultima sul campo del PAS Giannina.
Kostenoglou arretra Baxevanidis in difesa (fuori Alex Cazumba) e fa rientrare Bertos al posto di Komesidis; rinuncia, inoltre, a uno schieramento troppo offensivo, facendo riposare Onwuachi e Triadis, tornando al vecchio 4-5-1 con Marcelinho, Platellas e Dani che fanno ritorno in campo dal primo minuto.
Dermitzakis, al contrario, conferma gli undici della scorsa settimana: 4-5-1 con Baykara, Makrydimitris e Vahirua dietro a Dimitris Papadopoulos.

UN’ESPULSIONE DA RACCONTARE AI NIPOTI. La partita si sviluppa in maniera abbastanza blanda, con un gioco che dà sul lento, ma ragionato. Le due squadre si bilanciano nel conteggio del possesso, anche se, con il passare dei minuti, è lo Xanthi a provare maggiormente a impostare. Marcelinho è sicuramente il giocatore con più qualità nei suoi e viene costantemente tenuto sotto sorveglianza dall’intera fascia sinistra degli ospiti. Al 23′ accade un episodio che avrà grande importanza nella storia della gara: Cherfa, già ammonito, esce dal campo senza autorizzazione per togliersi i pantaloncini scaldamuscoli: l’arbitro se ne accorge e gli mostra il secondo giallo. Un espulsione abbastanza inusuale e controversa, che nessuno si scorderà. Da lì, lo Xanthi prende coraggio e va anche in gol al 31′ con Spyros Vallas, che però si trova in posizione di fuorigioco. Dermitzakis inserisce Melissis per riequilibrare la difesa, ma così facendo perde velocità in attacco. Chi la spunterà?

POCHE OCCASIONI, QUALCHE FISCHIO ALLA FINE. Ci si aspetta uno Xanthi esuberante a inizio ripresa, ma non è proprio così. La squadra di Kostenoglou ha il suo più grande problema nella velocità di esecuzione della manovra e si rende pericolosa in poche occasioni, dato che il Panthrakikos ha tutto il tempo per organizzarsi in difesa. A parte un tiro di Mandalos ben parato da Koutsopoulos e una doppia conclusione di Marin e Ranos, non c’è da riportare altro, se non l’impegno degli uomini in rosso. Colore che al 76′ si vede assegnare Kostas Fliskas, per un fallo tattico su Papadopoulos: numeri riequilibrati in campo. Gli ospiti si svegliano appena dopo e portano il maggiore pericolo per Lodigin all’88’, ma il portiere di origine moldava si supera deviando l’appoggio di Baykara, smarcato da un velo di Papdopoulos su cross di Munafo. Finisce 0-0: nessuno si fa male, nessuno fa il salto di qualità.

SKODA XANTHI – PANTHRAKIKOS: 0-0
Skoda Xanthi (4-5-1): Lodigin; Bertos (46′ Marin), Vallas, Fliskas, Baxevanidis; Platellas (46′ Nakas), Vasilakakis, Dani, Mandalos, Marcelinho (68′ Ranos); Markovski. A disp.: Komesidis, Goutas, Lymberopoulos, Onwuachi. All.: Kostenoglou.
Panthrakikos (4-5-1): Koutsopoulos; Cherfa, Christou, Skliopidis, Ladakis; Baykara, Kašćelan, Lucero (75′ Munafo), Makrydimitris, Vahirua (30′ Melissis); Papadopoulos (90’+2 Kyvelidis). A disp.: Stathis, Goniadis, Adilović, Prittas. All.: Dermitzakis.
Arbitro: Anastasios Kakos.
Note: ammonizioni: Dani, Fliskas, Vasilakakis, Markovski (SX), Cherfa, Christou, Skliopidis, Ladakis, Baykara (P). Espulsioni: 23′ Cherfa (P), 76′ Fliskas (SX).

Condividi
Pavese classe '91, laureato in scienze politiche, per lui lo sport è uno specchio su cui si riflette la storia di un popolo. Stregato dal calcio inglese e greco, ama la politica, l'heavy metal e il whiskey. Email: fpiacentini@mondosportivo.it