Tris di sconfitte per la Pro Vercelli: il Crotone passa al Piola

Al Piola non si pareggia mai. Lo dimostra anche il Crotone, che espugna lo stadio piemontese con un gol per tempo. Alla ricerca di punti da mettere in cascina in ottica salvezza, Pro Vercelli e Crotone si sfidano recuperando i loro rispettivi bomber Tiribocchi e Gabionetta.

Camolese piazza Caridi alle spalle del Tir e di Zigoni, mentre Drago affianca Maiello e Calil al numero 9 brasiliano. Il talento del Crotone giostra spesso tra le linee, mandando in affanno i difensori della Pro. La mobilità del tridente calabrese crea trame avvolgenti, che premiano gli inserimenti da dietro. Come accade quando Matute sfiora l’incrocio dei pali con un tiro di esterno destro, o come quando Eramo spara verso la porta, impegnando Valentini alla presa in due tempi.

I padroni di casa appaiono contratti, e ancora scossi dalle ultime due sconfitte , così Caglioni per tutta la prima frazione di gioco resta spettatore non pagante. Matute continua a macinare chilometri chiamando il malcapitato Scaglia agli straordinari, ma il predominio territoriale del Crotone non produce effetti. Almeno fino al 40’, quando Calil si inserisce in area, salta Valentini, perde l’attimo e serve Migliore: il terzino prende la mira e di destro insacca il pallone. Primo gol in assoluto in Serie B del calciatore aretino con passaporto francese, e vantaggio del Crotone proprio con uno di quegli inserimenti suddetti.

La Pro vercelli comprende di essere stata troppo brutta per essere vera, e nella ripresa si getta in avanti più con l’orgoglio che con la lucidità. Il Crotone si culla in maniera esagerata sulla pochezza degli avversari, e rischia di subire a freddo l’1-1: sugli sviluppi di un corner, Masi si ritrova il pallone sul sinistro e calcia colpendo il palo a Caglioni battuto. L’episodio sblocca le bianche casacche, che, con Iemmello in luogo di uno spento Zigoni, alzano il baricentro in cerca del pareggio. Sempre su corner di Bencivenga, l’incornata proprio di Iemmello è frenata provvidenzialmente col corpo da Matute. Il risveglio improvviso della Pro sorprende il Crotone, che fatica a trovare con Galardo le perfette geometrie del primo tempo. Ma nel momento peggiore dei suoi, Drago azzecca la mossa giusta: fuori De Giorgio, dentro Torromino. Il numero 24 classe ’88 ci mette solo 2 minuti a chiudere la partita, bevendosi Ranellucci e battendo Valentini con un preciso diagonale di destro. Il capitano della Pro, dopo questa brutta figura, rimedia anche il cartellino rosso per somma di ammonizioni qualche minuto dopo. La Pro Vercelli si sfalda e gli ospiti sfiorano la terza segnatura con Gabionetta, che da buona posizione di testa colpisce a lato. Nel finale Iemmello va vicino al gol della bandiera, e Torromino alla doppietta, ma la partita non ha più nulla da dire.

Finisce 0-2 per il Crotone, che centra la prima vittoria esterna della stagione e mette nei guai la Pro, alla terza sconfitta consecutiva, con la gestione Camolese che stenta a decollare, con 4 punti ottenuti in 6 gare.

Condividi
Nato a Roma nel 1986, laureato in Management delle Imprese Sportive. Nella vita un solo obiettivo: raccontare lo sport; il calcio in particolare. Attualmente collaboratore di bettingisland.it e tuttochampions.it. Email: sgiovampietro@mondosportivo.it